Cannabis

Cannabis Sativa L.: trend 2019 in negativo

Ho sempre definito il “mondo cannabis/ canapa” come “fluido”, in continua evoluzione. Ogni 6 mesi, il panorama subisce sempre un mutamento rispetto ai mesi precedenti. Anche nel 2019 è successo; se a maggio mi avessero chiesto come è cambiato il panorama “canapa/hemp” da dicembre 2018 risponderei “in peggio”. È una “sensazione”, dettata dall’insieme di tanti fattori.

Mondo Canapa/Hemp come “novel food”
A livello europeo, a gennaio 2019 la canapa è stata inserita tra i “novel food” (“alimenti innovativi”). Senza spiegare nel dettaglio cosa si intende (Google è sempre a portata di tap), in concreto significa che per produrre un qualsiasi alimento a base di canapa è necessario un iter burocratico complesso e lungo, fatto di documentazione, test, dati, ecc… Il che fa intendere come sia impossibile poter usare liberamente la canapa /hemp in cucina o nella produzione di alimenti per i consumatori.

Canapa e cosmesi
Tra la fine del 2018 e inizio 2019 sono stati aggiornati alcuni portali europei che regolamentano, tra le altre cose, le parti della cannabis che possono essere impiegate in cosmesi: è tutto vietato, tranne olio di semi di canapa, steli e CBD sintetico. Avete letto bene, niente cristalli di CBD naturali da fiore! Ma anche niente acqua di canapa, niente foglie, niente infiorescenze, niente oli essenziali, niente estratti, tinture, resine, ecc.

Cannabis “light” in Italia
Dovete aver vissuto su un altro pianeta se non sapete nulla della sentenza della Cassazione a Sezioni Unite di fine maggio 2019 che ha… Già, che ha? Ha reso illegale la cannabis light? Non ha cambiato niente? Ad oggi siamo ancora in attesa delle motivazioni della sentenza, ma il “non è cambiato nulla” andrebbe spiegato a tutti quelli che hanno chiuso il negozio per paura, se lo sono visti sequestrare, hanno tenuto aperto ma con una riduzione consistente di vendite; oltre a tutti quelli che sono stati denunciati per spaccio. Di certo c’è solo l’incertezza che in queste settimane pervade questo settore italiano.

Cannabis medica terapeutica
Parlando di cannabis medica (quella stupefacente legale che si vende in Farmacia) le cose sono stabili, eccezion fatta per qualche problema di carenza che si è verificato a inizio anno. Il futuro non è proprio roseo da lasciarci tranquilli, ma per ora basta fare le Cassandre.

Che dire? Prossimo appuntamento a Natale 2019 per vedere se il trend (con rinnovata speranza) si è invertito.

Cannabis Sativa L.: trend 2019 in negativo
cannabis




SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button