High timesIn evidenza

Cannabis: è arrivata la prima varietà senza semi

pianta di cannabis senza semi sotto la lente d'ingrandimento
Una varietà di cannabis senza semi, che non li produce nemmeno se viene a contatto con il polline. E secondo le prime reazioni della stampa Usa si tratta di cannabis che utilizza la tecnologia triploide per giungere a questo risultato e permettere alla cannabis con alti livelli di THC di essere coltivata outdoor su ampie superfici, al pari di altre colture.

LA CANNABIS TRIPLOIDE SENZA SEMI

“Le nostre genetiche di cannabis che usano la tecnologia triploide PistilGuard sono una novità assoluta per l’industria”, ha detto Dan Grace, fondatore e CEO di Dark Heart Industries e Dark Heart Nursery in un comunicato stampa aggiungendo che: “La capacità di coltivare cannabis ricca di THC da semi e cloni sterili e triploidi che sono garantiti per produrre piante praticamente senza semi è una grande vittoria per i coltivatori che sosteniamo. La cannabis a prova di polline, e i vantaggi che offre, aiuteranno a spostare la produzione di cannabis dalla coltivazione artigianale all’agricoltura su larga scala.”

Secondo Ken Owens, breeder ed ex presidente della Magnum Seeds: “Lo sviluppo di varietà triploidi senza semi è stato un enorme passo avanti in molte colture commerciali tra cui anguria, banane e mele. L’introduzione di questo tratto nella cannabis è una vera e propria svolta che permetterà rese più elevate, costi ridotti e migliori qualità aromatiche e chimiche del raccolto. Tutto questo porta a una maggiore redditività e al controllo del raccolto”.

DALLA SENSIMILLA AI SEMI FEMMINIZZATI

Lo spartiacque, per gli amanti della cannabis, è rappresentato dagli anni ’70 quando i coltivatori iniziarono a concentrarsi sulla cannabis Sensimilla, o Sinsemilla, è cioè senza semi, dopo aver scoperto che le femmine, separate dai maschi non ne subivano l’impollinazione e davano ala luce dei fiori, appunto senza semi. Una scoperta che si contendono i coltivatori giamaicani e quelli della Humboldt County in California.

Il passaggio successivo, arrivato negli anni ’90, è quello della nascita dei semi femminizzati, capaci di produrre piante in prevalenza femminili, ma ancora suscettibili all’impollinazione. Ora c’è stato questo passo avanti che, secondo diversi esperti di settore, potrebbe essere un vero e proprio “game changer” sul mercato.

Cannabis: è arrivata la prima varietà senza semi

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button