img13CannabisTi, movimento anonimo per la liberazione della cannabis, è un acronimo nato dalla congiunzione di Cannabis e Ticino. Lo scopo principale è quello di condividere informazioni e notizie per sensibilizzare l’opinione pubblica sui vari aspetti positivi di questa pianta dalle innumerevoli applicazioni terapeutiche.

Nel mese di aprile 2016 l’associazione “Legalize it!” ha lanciato l’iniziativa popolare per la Legalizzazione della Cannabis in Svizzera. Naturalmente abbiamo subito sostenuto questa iniziativa. Il consumo e il possesso di cannabis e la coltivazione per uso personale dovrebbero diventare legali al raggiungimento della maggiore età.

L’obiettivo è quello di portare le persone che non vogliono andare nell’illegalità ad uscire allo scoperto. Quelli che producono cannabis per venderla saranno perseguiti come accade tuttora. Lo scopo dell’iniziativa è quello di raggiungere un livello minimo di depenalizzazione del consumo di cannabis e promuovere il consumo responsabile.

Guidare da fumati è uno degli ultimi pilastri contro la legalizzazione dove i proibizionisti si appoggiano ancora. Tuttavia, un recente rapporto mostra che dalla legalizzazione della cannabis ricreativa, le strade in Colorado sono diventate più sicure, in quanto gli incidenti mortali hanno raggiunto livelli molto bassi. Una delle grandi preoccupazioni dibattute prima della legalizzazione in Colorado e Washington aveva a che fare con la sicurezza del conducente spinellato sulle strade. Preoccupazioni smentite dalla realtà‬ odierna dei fatti. Senza dimenticare le entrate milionarie grazie alle tasse sui prodotti derivati dalla cannabis, che hanno riversato nelle casse del governo milioni di dollari. Anche la qualità del prodotto, legale e regolamentato, è nettamente superiore e garantita. Si creano inoltre numerosi nuovi posti di lavoro in diversi ambiti e in vari settori, e di conseguenza diminuisce anche la disoccupazione.

L’assurda fobia della marijuana è ancora molto radicata e viene costantemente alimentata dai soliti luoghi comuni e dall’ignoranza. Hanno paura di una pianta naturale e s’aggrappano a storielle e leggende metropolitane antiche, inventate negli anni ’30 del secolo scorso. La cannabis viene quindi etichettata come una droga illegale. Ma la vera droga pericolosa è già legale! Quella che crea dipendenza e gravi malattie mortali, che causa incidenti stradali e violenza generalizzata. Si chiama alcol e la trovi ovunque.

Intanto la cultura e le tradizioni locali continuano a promuovere il consumo di vino e birra, ben consapevoli delle drammatiche conseguenze per la salute pubblica. Tutto questo dimostra che esiste ancora parecchio scetticismo nei confronti della cannabis, quindi bisogna continuare a lottare.

CannabisTi Blog: www.cannabisti.wordpress.com
CannabisTi Group: www.cannabisti.zohosites.com





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.