Mercoledì 17 ottobre 2018. Una data destinata ad entrare nella storia. Sarà quello il giorno in cui il Canada diventerà il primo stato membro dei grandi della terra a consentire la coltivazione e la vendita legale di cannabis a tutti i cittadini maggiorenni.

La norma è stata approvata in via definitiva dal senato il mese scorso, dopo oltre un anno di discussioni e passaggi parlamentari. Ora si sa anche la data in cui diventerà esecutiva, ufficializzata dal premier Justin Trudeau.

La legge approvata prevede che ogni cittadino maggiorenne avrà il diritto di detenere fino a 30 grammi di cannabis acquistata nei dispensari e di coltivare un massimo di 4 piante. Sarà legale anche la preparazione e la vendita di alimenti contenenti THC, mentre sarà rigorosamente vietata l’esportazione della cannabis.

Previste anche pesanti sanzioni per chi contravviene la legge: la vendita a minorenni sarà invece punita pesantemente, con pene che arriveranno a 14 anni. Non saranno consentiti prodotti che mischino la cannabis ad altre sostanze (the, caffè o sigarette con tabacco e mariuana). Rimane vietata l’esportazione. Verranno infine rafforzati i reati penali legati alla guida sotto l’effetto di sostanze e agevolato il perseguimento di una reale attendibilità dei controlli con l’utilizzo di nuove metodologie di analisi in strada.

La legge federale lascia alle province la discrezionalità di definire il proprio sistema di distribuzione e vendita, e le prime differenze stanno già emergendo riguardo ad età minima necessaria e modelli di regolamentazione. Tuttavia – ed è la cosa più importante – alla fine non è passato l’emendamento che proponeva di lasciare alle province la possibilità di vietare l’autoproduzione (cosa che volevano fare Manitoba, Nunavut e Quebec). Quindi la coltivazione a scopo personale sarà legale in tutto lo stato.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.