Da quando è stata legalizzata la cannabis, nell’ottobre del 2018, ad oggi il numero di cittadini canadesi di età compresa tra 15 e 17 anni che consumano cannabis si è praticamente dimezzato, passando dal 19,8% del totale al 10,4%.

Un semplice dato che è come una pietra tombale su decenni di propaganda dei proibizionisti, che da sempre hanno sostenuto come la legalizzazione della cannabis mettesse a rischio la salute dei giovani. Al contrario è la dimostrazione che togliendo alla cannabis il fascino del proibito diminuisce anche il suo appeal tra i ragazzi.

Il dato è stato diffuso da Statistics Canada, l’agenzia statistica nazionale canadese, che da quando è stata legalizzata ogni tre mesi pubblica un report che analizza i consumi di cannabis dei canadesi.

Sono complessivamente 5,1  milioni i canadesi che hanno dichiarato di aver consumato cannabis almeno una volta negli ultimi tre mesi, un dato in aumento sui 4,5 milioni registrati un anno fa. Ma l’aumento è dettato dai maggiori consumi dei cittadini di età maggiori di 25 anni (passati dal 13 al 25,5%), mentre rimangono invariati i consumi nella fascia di età 18-24 anni (33,3 %) e diminuisce in modo netto il consumo tra gli adolescenti.

Il report testimonia anche lo stato della battaglia tra mercato legale e mercato illegale della cannabis. Una lotta che vede il primo avanzare, avendo ormai superato il mercato nero. Nel 2019 il 29,4% dei consumatori ha dichiarato di aver acquistato tutta la cannabis che ha consumato sul mercato legale, mentre il 51% ha dichiarato di averla comprata legalmente almeno una volta nel corso dell’anno. La percentuale di coloro che hanno acquistato erba da una fonte illegale è diminuita notevolmente, dal 51,7% del 2018 al 40,1% del 2018. Il 9,9% dei consumatori ricava invece il proprio fabbisogno dall’autoproduzione.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.