Va in fumo la testa? È il boom dell’erba legale. Nell’anno dei lockdown e dei record per l’industria del CBD globale, il mercato dei derivati della cannabis si prepara a raggiungere quota 95 miliardi entro il 2025, con un aumento stabile previsto sia per le vendite al dettaglio che online nei prossimi 10 anni. In scia, anche il mercato italiano, non senza ostacoli, ma con un indotto che da solo potrebbe toccare i 30 miliardi entro il 2030.

A mandare in fumo la testa dei consumatori italiani però, oltre al boom, sembrano essere anche gli effetti di un’offerta non sempre organizzata per incontrare la domanda crescente dei consumatori. Complici gli ostacoli normativi che impediscono a rivenditori e market player di pubblicizzare sulle principali piattaforme social i propri prodotti: perché in linea col più sclerotico puritanesimo italiano, nel Bel Paese continua a essere legale vendere ma non “mostrare”. Per la serie, guardare sì, toccare meno.

A sanare il cortocircuito ci pensa però la mano invisibile del mercato, l’idea che arriva, sistematizza e riconnette consumatori e prodotto: si chiama Buddaclan. Dall’intuizione figlia del lockdown di due giovani pugliesi, in poco tempo nasce il primo Amazon/Booking dell’erba legale in Italia. Una piattaforma che riesce a organizzare la scelta dei consumatori grazie a un design di navigazione intuitivo e fruibile, in linea con le ormai consolidate piattaforme globali di Amazon, Netflix e Booking.

Buddaclan offre la possibilità ai consumatori di consultare in “vetrina” le offerte di produttori da tutta Italia, filtrati per prezzo medio, spedizione gratuita e categorie. Una volta selezionato il produttore, l’utente viene indirizzato a una tabella interattiva che offre una panoramica dei prodotti con i prezzi tarati per quantità. Per la prima volta, i consumatori potranno accedere a un database organizzato, su cui scegliere in base a quantità, prezzo medio e spese di consegna.

Come per ogni altro prodotto commerciale verrebbe da dire? Quasi. Le incertezze legislative che colpiscono la filiera permettono poca programmazione di lungo periodo per i produttori con spesso scarso margine di investimento nei canoni di affiliazione di altre piattaforme digitali. Per questo a differenziare Buddaclan dagli altri siti di vendita c’è anche una ridotta commissione sul venduto: il 10% a fronte di una media di oltre il 15%. «Siamo partiti con poco» dicono i fondatori Riccardo Risolo e Alessandro Pellegrino. «Era una delle tante sere del primo lockdown a casa. Cercavamo su Google un negozio di CBD e ci siamo resi conto che non era affatto semplice orientarsi tra i vari siti. Da qui è nata l’idea: perché non esiste una piattaforma come Booking con opzioni dettagliate da scegliere per la cannabis legale? La voglia di creare qualcosa di davvero nuovo e la noia della pandemia hanno fatto il resto». «Anche il nostro motto» aggiunge sorridendo Risolo «è rimasto lo stesso: ‘La Festa è nella Testa’, è un concetto che ci ha accompagnato nel corso di questa pandemia e che ha sempre fatto parte di noi. È quando stiamo bene nella testa, con la consapevolezza positiva delle connessioni che ci abitano, che riusciamo a proiettarci e a creare sinergie con l’esterno. Con Buddaclan speriamo di fare proprio questo creando un punto di riferimento per produttori e consumatori, garantendo finalmente anche a un prodotto ricco di qualità e potenzialità come la cannabis di essere davvero accessibile, a portata di click».





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.