img6Nell’immaginario cinematografico hanno sempre trovato ampio spazio figure come quelle del motociclista o del pilota di auto.

Una nicchia interessante è quella dei camionisti. Si parte con “Violenza sull’autostrada” semisconosciuto film del 1975 con vaghi riferimenti a tematiche di giustizia sociale. Nel 1977 esce “Il bandito e la madama”, protagonista un picaresco Burt Reynolds che trasporta un carico di birra illegale verso il Texas. Si passa a “Convoy – Trincea d’asfalto” produzione del ’78, un film d’azione che parla di vendetta e strade polverose. Regista, il colossale Sam Peckimpah. Come dimenticare invece “Breaker! Breaker!” del 1977 dove un Chuck Norris camionista prende a calci tutta la Route 66? Sfortunatamente non è mai arrivato in Italia.

Un salto di dieci anni e ci troviamo davanti ad uno dei capolavori del cinema contemporaneo: “Grosso guaio a Chinatown”. Un grande Kurt Russel diretto da un altrettanto strepitoso John Carpenter ci regalano una delle citazioni migliori di sempre “Sei pronto Jack?” “Io sono nato pronto!”. Neanche il tempo di riprendersi e nel 1987 mamma Hollywood sforna “Over the Top” con lo Sly nazionale. Con questo film per anni, nei momenti in cui dovevo fare brutto, facevo la mossa di girare la visiera del mio cappellino all’indietro rimediando solo schiaffi, ma tant’è, il film è un capolavoro.

Il filone poi è un po’ scemato e al 1998 risale forse l’ultimo blockbuster del genere, “Black Dog”, con Patrick Swayze. In tutto questo spunta una piccola perla tutta italiana, nel 1987 nientepopodimenoche Dino Risi, gira “Teresa”, film al femminile di camionisti con Serena Grandi e Luca Barbareschi. Buona visione.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.