Era il 1964 quando Johnny Cash, reduce dai successi popolari fra country e rock’n’roll, decise di incidere uno dei primi concept album della storia, dedicandolo al dramma nascosto e censurato dei nativi americani. 8 ballate che nonostante il tema del disco riuscirono a scalare le classifiche americane nonostante all’inizio non volessero passare il disco.

Fu così che Cash decise di pagarsi uno spazio su Billboard per scrivere: «Dov’è il vostro fegato? Queste canzoni sono medicine per pensare. Sono cambiato? Certo, è normale, altrimenti diventerei un fannullone. Alle ragazzine non piacciono le storie tristi? Ma io non sono più un adolescente. Classificatemi, soffocatemi pure, non ci riuscirete».

 





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.