Industriale

Bioplastica di canapa: accordo tra Italia e Usa per il futuro

Contenitori in pioblastica di canapa

La bioplastica di canapa sarà disponibile anche in Italia e in Europa grazie ad un accordo firmato da un’azienda italiana, la LATI, con la Hemp Plastic Company americana, per rifornire il mercato europeo. Finalmente c’è un’alternativa alla plastica derivata dal petrolio.

LATI Industria Termoplastici, leader nei compound termoplastici autoestinguenti e ad alte prestazioni con sede a Vedano Olona (VA), e The Hemp Plastic Company, fornitore leader di plastiche di canapa sostenibili con sede in Colorado (USA), hanno firmato un accordo per la distribuzione di una nuova linea di plastiche ecologiche di canapa firmata The Hemp Plastic Company. Ecco di cosa si tratta.

LATI e The Hemp Plastic Company: la distribuzione della nuova plastica di canapa nel mercato europeo

L’italiana LATI Industria Termoplastici, uno dei più importanti produttori europei di termoplastici tecnici per uso ingegneristico, riconferma il suo impegno verso l’ambiente e verso un futuro più verde con un nuovo progetto in collaborazione con la statunitense The Hemp Plastic Company.

Obiettivo dell’accordo sarà la distribuzione all’interno del mercato europeo di compound ecologici in grado di rispondere alle esigenze tecniche, di approvvigionamento e di sicurezza dei diversi settori industriali. La particolare bioplastica di canapa al centro dell’accordo potrà infatti essere utilizzata in differenti settori dell’industria, fornendo così ai diversi segmenti del mercato una valida alternativa, più sostenibile e rispettosa dell’ambiente, alle plastiche derivate dal petrolio. Una scelta, questa, in perfetta sintonia con la filosofia dell’azienda e con la sua vocazione verso l’economia circolare e la sostenibilità.

Da anni, infatti, LATI Industria Termoplastici è impegnata a proporre alternative alle plastiche basate esclusivamente su fonti non rinnovabili, puntando a soluzioni con un minore impatto ambientale. La nuova proposta realizzata in collaborazione con l’azienda statunitense andrà ad affiancare la già vasta gamma LATI, che comprende oggi prodotti sostenibili come i compound a base di polimeri provenienti dal riciclo meccanico o chimico o da fonti rinnovabili.

«La sostenibilità è da sempre un valore fondamentale per LATI che guida il modo di condurre il business e di relazionarsi con tutti gli stakeholder», ha dichiarato Vittorio Gerola, Direttore Commerciale di LATI. «Grazie alla partnership con The Hemp Plastic Company forniamo un’ulteriore soluzione agli obiettivi di sostenibilità dei nostri clienti, e alla riduzione delle emissioni di carbonio».

«Siamo lieti di lavorare con LATI per portare la nostra linea di polimeri di canapa ecologici sul mercato europeo», ha aggiunto Glen Kayll, CEO di The Hemp Plastic Company. «La canapa è uno dei più grandi assorbitori naturali di carbonio in natura, e insieme a un leader come LATI, possiamo accelerare la transizione dei nostri clienti verso alternative sostenibili che riducono la plastica e le emissioni di carbonio e sono convenienti, disponibili in volume e relativamente semplici da implementare».

L’importanza della bioplastica a livello ambientale

Il nuovo accordo tra LATI e The Hemp Company si inserisce inoltre in un settore e in un ambito di ricerca, quello della bioplastica, che prova a rispondere a una necessità sempre più forte nel mondo dell’industria: quella della riduzione delle plastiche originate da fonti non rinnovabili e che spesso si disperdono nell’ambiente inquinando interi ecosistemi.

Bioplastica di canapa

a cura di Martina Sgorlon
Laureata in giornalismo, creatrice di contenuti freelance e appassionata di fotografia e serie tv. Scrive sempre con una tazza di tè o caffè a portata di mano e pensa a mille cose contemporaneamente
Fonte: canapaindustriale.it

 





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.