Caldo-estivo-dagli-alimenti-ai-cosmetici-i-segreti-anti-spreco1

In Italia la legge contro gli sprechi alimentari, approvata il 2 agosto del 2016, ha già determinato profondi cambiamenti nelle abitudini degli italiani, riducendo gli sprechi e creando una catena di solidarietà. Sempre più spesso i commercianti che si trovano cibo invenduto contattano le Onlus per distribuire il cibo a chi ne ha bisogno. Proliferano i progetti di solidarietà, favoriti anche dalle istituzioni.

Si cercano soluzioni appropriate per contrastare lo spreco e favorire la distribuzione delle eccedenze alle persone in difficoltà economiche. L’approvazione della legge ha chiarito molti dubbi e finalmente i ristoratori possono distribuire pasti gratuiti senza timore di violare le norme stabilite. La legge italiana snellisce la burocrazia e permette a chi dona cibo per solidarietà di ottenere anche sgravi fiscali e una riduzione della tassa sui rifiuti.

Il Ministro delle Politiche Agricole auspica di incrementare la quantità di cibo raccolto e di passare da 500mila a 1 milione di tonnellate di eccedenze redistribuite, attraverso la diffusione della cultura del cibo basata sulle buone pratiche di raccolta e redistribuzione solidale.





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.