GiardinaggioSalute & Società

I benefici dei giardini terapeutici

Ampi spazi verdi progettati per scopi terapeutici, e per aumentare il benessere e la qualità della vita

I benefici dei giardini terapeuticiI benefici del giardinaggio sono ormai conosciuti da tutti, soprattutto dopo la pandemia che ha riportato l’attenzione sull’importanza di rimanere connessi alla natura e ha dato un nuovo impulso al giardinaggio “urbano” al punto da creare nuove tendenze come il recente fenomeno del micro-gardening. 

Ogni spazio verde è studiato appositamente - soprattutto nei colori e nei profumi - in base alla patologia, e dona un senso di pace, rilassamento e meditazioneIl contatto con la natura da sempre è una vera e propria terapia per corpo, mente e spirito e grazie proprio al suo potere curativo sono nati i giardini terapeutici, delle aree verdi create da professionisti (architetti, vivaisti, agronomi etc.), solitamente all’interno di strutture ospedaliere o socio-assistenziali, con l’obiettivo di migliorare il benessere e la qualità della vita di pazienti e personale e curare alcune patologie.

Ogni spazio verde è studiato appositamente – soprattutto nei colori e nei profumi – in base alla patologia, e dona un senso di pace, rilassamento e meditazione. Ad esempio secondo diversi studi i soggetti autistici hanno bisogno di un ambiente ben organizzato e privo di stimoli, mentre per coloro che hanno l’Alzheimer ci sarà un tragitto circolare che non implica il dover prendere una decisione su dove andare.

Le origini di questi giardini si possono rintracciare nei paesi anglosassoni intorno agli anni ‘80, dove vengono chiamati healing garden, grazie a Roger Ulrich, professore di psicologia comportamentale e ambientale alla Texas A&M University, uno dei primi studiosi a scoprire il legame tra uomo e spazi verdi che in uno studio del 1984 definì la natura come “distrazione positiva”, definendo i suoi effetti positivi sia sui pazienti che sulle persone più in generale. 

I benefici dei giardini terapeuticiUno dei più attivi e conosciuti in questo campo in Italia invece è Andrea Mati, quarta generazione in una famiglia di vivaisti, che con la sua azienda ha progettato diversi giardini per differenti patologie: ad esempio per ansia e depressione lo spazio verde sarà orientato su suoni, colori e materiali in grado di riaccendere nei pazienti la capacità d’ascolto; oppure per la sindrome di Down suggerisce spazi aperti con alberi e fiori colorati che stimolano la socialità. O ancora per i disturbi alimentari indica gli spazi verdi con orto e tanti alberi da frutto per insegnare ai pazienti l’arte della coltivazione e della raccolta, ed avvicinarli alla natura

Il giardino terapeutico fa parte a tutti gli effetti della terapia volta a migliorare le condizioni fisiche e mentali di chi ne usufruisce, allevia il senso di dolore e abbrevia i tempi di ripresa da una patologia o da un’operazione.

Logicamente le patologie non possono essere semplicemente curate in questo modo ma i giardini terapeutici possono aiutare a rinforzare il sistema immunitario che in automatico sarà più efficiente nel combattere la malattia.

Annusare un fiore, osservare una farfalla in volo, ascoltare il rumore delle foglie, toccare un petalo, sentire il calore del sole sulla pelle sono tutte azioni molto semplici che possono donare una sensazione di benessere; uno stato che coinvolge tutti i sensi dell’essere umano, fondamentale nella vita di ogni singola persona indipendentemente dallo stato di salute.

I benefici dei giardini terapeutici



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Cerca anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio