HipHop skillz

Bassi Maestro ft. La Pina – Piccolo Bassi (txt)

Mi ricordo che da piccolo nel mio quartiere gia’ si mormorava che spaccare fosse il mio mestiere.
“Davide, si e’ visto Davide, ma dove si e’ cacciato?Dove sei stato,cosa hai combinato,sei un degenerato”. Ma gia’ me la giravo sulla bici,perdevo i pomeriggi con gli amici, quattro tabelline in croce come se bastasse ma alle scuole elementari fiero ben ricordo che ero il quinto della classe, un poco sovrappeso, passavo i pomeriggi a cazzeggiare con l’amico Iancapi, lascia stare, si facevano i merendoni con il Nesquik e la mattina in classe si sparava il riso con le bic, poi veniva l’ora dei cartoni ce ne stavamo sul divano tutti zitti e buoni, e c’e’ chi ha 21 anni adesso nega ma sulla terra gia’ incombeva la minaccia del Re Vega, Actarus si piega ma non si spezza, fatto sta che adesso sul mio teleschermo regna la tristezza, mettetevi nei panni di un bambino irrequieto 8-9 anni ed ogni storia c’era un bel divieto, “questo non si puo’, questo non si fa”, e dentro non ci stavo e a casa con la nota fisso ritornavo, bravo 7 piu’ giuro non lo faccio piu’, adesso vado che gli amici mi aspettano giu’.
“Davide, si e’ visto Davide, ma dove si e’ cacciato?Davide scusa hai visto Davide?”
Dopo vennero le medie ed ancora piccolo mi davo un gran da fare ma faticavo un po’ a studiare cosi’ mi toccava di fisso il primo banco non per problemi di vista e nelle interrogazioni preferivo andare in freestyle. Niente da fare non son portato per lo studio ho sempre cercato un rimedio tant’e’ che spesso invece che solfeggiare o prendere appunti di Mate tiravo fuori il walkman con le cassettine mixate, mi facevo le compilation anni ’80 la consideravo un’arte e le vendevo a 10 carte, che ti piaccia o no l’inizio e’ questo, trazione a cinghia il mixer mono e piano piano tutto il resto, ero un Dj nello specifico le carte in regola per frequentare un bel liceo scientifico, divenni subito amicone del Latino visto che copiavo le versioni dal bigino, per non parlare della fisica la chimica e le lingue che quando andava bene ci davano il 5, conservo invece alcuni stralci di quando l’mc che cresceva in me cominciava a tirare i primi calci, col mal di stomaco per stare al mondo ricordo che il futuro gia’ lo progettavo a tutto tondo, facevo il mio dovere ma del resto avrei dovuto immaginarlo che sarei finito a fare questo, sono un mc per vocazione anche se piu’ volte sono caduto in tentazione, cos’altro dire? Ne avro’ sbagliate tante quello che so e’ che adesso scrivo giu’ le rime e sono piu’ fitte di quelle di Dante.
Davide, si e’ visto Davide, ma dove si e’ cacciato?Davide scusa hai visto Davide?”
Oramai sono cresciuto mi gestisco e prendo le mie responsabilita’, la musica, gli amici l’universi…ho fatto dell’Hip Hop la mia vita, e mi deprimo quando vedo un B-Boy che non trova la sua via d’uscita, ma quando torno a casa gia’ mi consolo e vedo gli amici veri e la mia gente nella quale credo, niente piu’ note o libri incomprensibili niente piu’ scuse ne’ interessi falsi e incompatibili, qui mi rispettano per quello che sono e che do e cio’ che conta e che vi parli di quello che so, se la base in sottofondo e’ confortevole la serata passa, mi invento un’altra rima e tutto e’ piu’ piacevole, basta una jam meglio se rilassata quando i muri intorno a me bastano a colorarmi una giornata, niente amore, e quelli che detesto stanno fuori, regalo questo testo ai miei vecchi professori perche’ se tale sono diventato non e’ di certo per merito della
gente che mi ha ostacolato, a chi si atteggia ed è da sempre indifferente questo e’ il risultato firmato Bassi e la sua gente.
“Davide, si e’ visto Davide, ma dove si e’ cacciato?Davide scusa hai visto Davide?”
“oh ma che tipo!”

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button