img1 1

Al Pier One di Montego Bay lunedì 9 Aprile è andato in scena, dopo un anno di assenza, il Jamaica World Clash, uno degli appuntamenti di maggiore prestigio nei quali i sound system possono mostrare appieno il loro valore e bravura. I detentori in carica dell’ultimo titolo assegnato, erano i Black Cat naturalmente presenti per provare a vincere ancora una volta. Si è deciso anche di ribattezzare un evento che per anni è stato conosciuto come Death Before Dishonour chiamandolo ora World Clash Jamaica RESET. Oltre ai Black Cat erano presenti alla manifestazione anche il Black Bunt, il Code Red e gli acclamati Kilamanjaro (due volte campioni) e Bass Odissey.


A rappresentare il resto del mondo ci hanno pensato i Canadesi Rootsman e gli italiani Heavy Hammer, che raggiungono così un traguardo di grande prestigio per una crew nostrana. A sponsorizzare il tutto sono come sempre Irish And Chin, che hanno fatto di tutto affinché venisse fuori un evento speciale per festeggiare la quindicesima edizione. Alla fine, dopo i tradizionali scontri, sono arrivati ad un passo dal traguardo in due, Bass Odissey e Kilimanjaro, due dei più conosciuti e apprezzati sound system jamaicani. Alla fine ad aggiudicarsi il titolo è stato Bass Odissey, una soddisfazione che arriva poco prima della partenza della crew per l’Europa per un tour che li vede impegnati anche in Italia, oltre che dopo essere arrivati in finale e sconfitti da David Rodigan nel World Clash 2012 a New York.

fonte: misterbigga.wordpress.com

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.