High timesIn evidenza

Autoproduzione di cannabis approvata in Commissione Giustizia

Ora inizia l'iter parlamentare vero e proprio con l'arrivo della legge alla Camera dei deputati

 

una piantina di cannabis mentre la legge per l'autoproduzione arriva alla Camera
Dopo oltre due anni d’attesa il disegno di legge relativo alla legalizzazione dell’autoproduzione di cannabis è stato approvato in Commissione Giustizia e domani, 24 giugno, approdarà alla Camera dei Deputati per essere discusso.

A due anni e mezzo dall’inizio della discussione sulla proposta di legge per la coltivazione domestica, la legge ha avuto dunque il via libera ed entrerà finalmente nella fase del dibattito parlamentare.

LEGGE PER L’AUTOPRODUZIONE: LE TEMPISTICHE

“Durante le votazioni siamo riusciti a bocciare i primi emendamenti soppressivi presentati dalla Lega che miravano a boicottare la proposta di legge. Purtroppo per loro, non ci sono riusciti, dimostrando che una maggioranza in questa commissione esiste”, ha sottolineato nelle scorse settimane Riccardo Magi, Presidente di Più Europa e primo firmatario della proposta.

Riguardo alle tempistiche Magi sostiene che bisognerebbe che la Camera lo discutesse e approvasse prima della pausa estiva, in modo che, alla ripresa dei lavori a settembre, possa iniziare la discussione in Senato.

“Come ricordiamo spesso, quando c’era ancora in piedi il referendum, sia Conte che Letta si erano sfilati dicendo che la loro proposta era quella che c’era in Parlamento, che poi è questa, non è che ce ne siano altre. Quindi ora si tratta anche di tenere fede a questa affermazione che avevano fatto” ha infine sottolineato a Dolce Vita Riccardo Magi.

L’AUTOPRODUZIONE INDEBOLISCE LA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA

Meglio Legale evidenzia che diversi esperti, tra quelli chiamati in audizione in Commissione, “hanno messo in rilievo gli aspetti positivi, soprattutto in termini di lotta alla criminalità e di minore pressione sulle forze dell’ordine e sul sistema della giustizia, che deriverebbero da iniziative di decriminalizzazione della coltivazione e di introduzione di reati di lieve entità”.

Mentre persino il procuratore antimafia in persona, Cafiero de Raho, ha dichiarato che “la coltivazione ad uso personale ridurrebbe la necessità per il consumatore di droghe leggere di rivolgersi alla manovalanza criminale, togliendo alla criminalità organizzata una fetta di mercato”.

Speriamo questa sia la volta buona per una discussione parlamentare puntuale e obiettiva su una tematica sensibile che restituisse il giusto valore alla questione, cercando di rappresentare infine il volere di una vasta fetta della popolazione che si è sentita tradita dalla bocciatura di un referendum sulla questione più ampia della legalizzazione e regolamentazione.

 

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button