Buone notizie

L’Australia ha un piano per salvare le specie a rischio

Il piano decennale prevede l'impegno del governo a conservare il 30% della superficie terrestre del paese per proteggere gli animali

L’Australia ha un piano per salvare le specie a rischio
Free Koala image, public domain animal CC0 photo.

Finora in Australia è attualmente protetta circa il 22% della superficie del paese, arrivare al 30%, come prevede il nuovo piano decennale del governo, significherebbe conservare 61 milioni di ettari in più.

Il governo non ha stanziato, tuttavia, nuovi fondi per l’attuazione del piano. “Non è possibile raggiungere l’obiettivo di fermare le estinzioni sulla base delle risorse finanziarie disponibili”, spiega al New York Times James Watson, professore di scienze della conservazione presso l’Università del Queensland. “Per salvare tutte le specie minacciate in Australia sarebbero necessari molti più soldi, circa 1,3 miliardi di dollari australiani”, ha aggiunto Watson. Per quanto “l’approccio del nuovo governo laburista rappresenti un miglioramento rispetto a un decennio di ‘terribili’ strategie di conservazione del precedente governo conservatore (…) in Australia ci sono più di 1.700 specie minacciate e, se ci si concentra su 110 specie, non ci sarà modo di soddisfare le esigenze delle altre 1.600”.

Secondo un recente studio della Oxford Brookes University, primati e lemuri stanno abbandonando gli alberi per cercare ombra e acqua e ristorarsi dalle temperature troppo alte a causa del riscaldamento globale e del diradarsi delle foreste tropicali. Lo studio si basa su 150.000 ore di osservazione di 47 specie di primati che vivono sugli alberi in quasi 70 siti in Madagascar e nelle Americhe. Le specie che riescono ad adattarsi a vivere a terra “potrebbero avere maggiori probabilità di sopravvivere in futuro”, mentre “i primati meno avvantaggiati per questa transizione saranno sempre più a rischio”.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button