Lifestyle

Assamil Family: la comunità più giovane d’Italia

A Rimini un gruppo di giovani ha scelto di vivere insieme per realizzare un sogno: essere comunità e diffondere i valori della vita in comune

Foto dei ragazzi di Assamil Family

Il futuro è tornare a vivere insieme. È questo che i ragazzi di Assamil vanno dicendo dal 2014 quando hanno deciso di fondare una piccola comunità a Rimini, la più giovane d’Italia, che oggi conta 11 individui. Alla base della loro “famiglia” che ora cerca una casa più grande che possa permetterle di allargarsi, c’è il forte convincimento che il senso della vita risieda nella condivisione e nella qualità delle relazioni. 

Noi di Dolce Vita li abbiamo intervistati per capire quali sono le sfide di questo modello sociale alternativo che all’individualismo spinto dei nostri tempi contrappone l’arricchimento personale che solo il crescere insieme agli altri può dare.  

Cosa vi differenzia da un gruppo di amici che decide di condividere l’appartamento per abbassare le spese?
A chi osserva prettamente l’aspetto più pratico della nostra vita, potremmo sembrare esattamente questo: un gruppo di amici che condivide le spese. Ciò che ci caratterizza davvero, però, è che abbiamo scelto di vivere insieme per crescere, per riconoscerci negli altri. Vogliamo costruire una comunità che possa essere d’esempio e di ispirazione per i nostri coetanei, vogliamo far ricordare che ciò che nutre realmente l’essere umano non è ciò che la società d’oggi ci spaccia come importante. Noi vogliamo integrare, unire e connettere, arricchire la nostra vita e quella di chi entra in contatto con noi. 

La vita in comune è fatta anche di scontri: per la vostra esperienza, come si superano le divergenze?
Le divergenze sono fisiologiche e sane, sono importanti occasioni per generare maggiore comprensione e vicinanza. I litigi più “importanti” vengono solitamente facilitati da una terza persona che media e guida il processo attraverso step che aiutano a comprendere il punto di vista dell’altro. Ci impegniamo a risolvere i fraintendimenti e i disagi entro una settimana, perché queste condizioni non toccano solamente gli individui direttamente coinvolti ma finiscono per arrivare a tutti i membri del gruppo. 

Come prendete le decisioni che riguardano la comunità?
Cerchiamo di includere tutti i punti di vista, senza che nessuno si senta completamente escluso.

Ora siete alla ricerca di uno spazio più grande, quale caratteristiche deve avere e come vi immaginate la vostra nuova casa?
La casa non dovrebbe essere troppo lontana da Rimini, perché ci piacerebbe che la comunità diventi un’alternativa valida alla vita di città, non escludente. Una casa che abbia una decina di stanze, che ci permetta quindi di integrare altre persone senza però diventare un nucleo troppo numeroso, per noi è importante mantenere la dimensione di “famiglia”, che permette di generare un certo calore e una certa vicinanza tra i membri. Una casa con spazi comuni ampi, che abbia un giardino in cui poter cominciare a sperimentare l’agricoltura e tenere qualche animale… e da poter arricchire con spazi collegati al sacro. Una casa che abbia anche uno spazio utile per tenere conferenze ed eventi. 

Quali sono i vostri sogni e i vostri valori?
Non fumiamo e non facciamo uso di sostanza stupefacenti. La nostra idea di realizzazione come esseri umani ci riporta alla ricerca di una costante presenza, di coraggio nell’affrontare noi stessi e le nostre sfide interiori. Per questo abbiamo incontri settimanali dove portiamo avanti un progetto “Tecnarcale” dove ognuno di noi cresce grazie ai feedback degli altri membri del gruppo, ci aiutiamo l’un l’altro a vedere chi siamo veramente. 

a cura di Mena Toscano

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button