img3 1
Ritorniamo in Italia per un album, Fuck your dreams, targato Arse, rapper romano classe 1986 e fuori per Quadraro Basement. Una ventata di aria fresca mischiata a rabbia e passione, quella contenuta nel mini-album del rapper romano, a partire dal singolo “Black starr”, passando per i ritmi grime di “Mina vagante” e arrivando alle liriche di “Noi contro loro”.

Un rap con liriche di strada ma con un forte impatto sociale, con testi votati all’introspezione, al racconto della propria vita e delle proprie dinamiche, frutto di riflessioni dell’artista sui temi d’attualità e sul degrado politico e sociale. 
Le strumentali invece ereditano e mischiano come il migliore croupier le influenze musicali degli ultimi 15 anni: dal crossover all’aggressività del nu-metal, passando per le derivazioni bass e grime made in Uk.

a cura di Francesco Cristiano
 – www.ciroma.org





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.