elefanti_cucciolo

Yang Feng Glan sembra un’innocua e fragile signora di mezza età, dall’espressione attonita e imbambolata, ma le apparenze, com’è noto, ingannano. Yang Feng Glan, se dobbiamo dar credito alle prove schiaccianti che la inchiodano alle sue responsabilità, sarebbe, in realtà, una donna senza scrupoli, tristemente nota come la regina dell’avorio, implicata nel traffico delle zanne d’elefante. Pur di ricavare un vergognoso profitto dall’illecita attività, la donna avrebbe assistito indifferente allo sterminio di molti elefanti, incurante dei danni arrecati alla specie.

L’operazione che ha reso possibile l’arresto della regina dell’avorio è stata condotta in modo serrato, attraverso il raccordo e il coordinamento tra le diverse sezioni investigative. Il reato di crimine ambientale ha assunto, negli ultimi anni, proporzioni decisamente preoccupanti, ma, per fortuna, le autorità marcano stretto i trafficanti che in Tanzania hanno avuto, per diverso tempo, vita facile.

La task force National and Transnational Serious Crimes Investigation Unit è riuscita a sgominare un’organizzazione ramificata in tutto il mondo, aprendo, in tal modo una breccia nello sporco business del traffico internazionale d’avorio.





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.