High times

Apre il primo coffee shop in America

cannabiscafemay242010jpg-4f4f9c9089d6d2a1

A Portland marijuana in vendita a scopo terapeutico. La responsabile: «Questi club riconoscono la libertà». Ha aperto i battenti in Oregon il primo coffee shop autorizzato alla vendita di marijuana a scopo terapeutico negli Stati Uniti che metterà alla prova il recente cambiamento di rotta in materia voluto dal presidente Barack Obama.

Il Cannabis Cafe è il primo luogo dove chi è autorizzato a fumare marijuana per ragioni di carattere medico avrà a disposizione la sostanza e potrà anche fumarla sul posto. «Questo club riconosce finalmente ai suoi membri il rispetto della libertà personale», ha affermato Madeline Martinez, responsabile di Norml, un gruppo che si batte per la legalizzazione della marijuana. «Il progetto va oltre la possibilità di servire cibo e marijuana – ha spiegato – ci auguriamo di riuscire ad organizzare lezioni, seminari, diventare un punto di riferimento per aiutare la gente a saperne di più sulla coltivazione e altri usi della cannabis».

Il Cannabis Café si trova in un edificio a due piani e tecnicamente è un club privato, ma è aperto a tutti i residenti in Oregon che siano membri di Norml o muniti dell’apposita prescrizione medica per l’uso terapeutico. Vi si accede con una tessera mensile del costo di 25 dollari, ma una volta all’interno la sostanza viene distribuita gratis al bancone. E, a margine, è possibile consumare colazione, pranzo e cena, ma non alcolici.

Praticamente un test per l’Amministrazione Obama che solo il mese scorso ha deciso di non far perseguire coloro che fanno uso di marijuana a scopo terapeutico. Nel solo stato dell’Oregon sono 21.000 i pazienti autorizzati ad usare la marijuana per curare malattie come l’Alzheimer, il diabete o la sclerosi multipla. (fonti: ansa, lastampa.it, rainews24.it)

Se ne discute sul forum www.enjoint.info/forum

 





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button