Viviamo in un territorio ospitale, si vive bene e anche la qualità di vita è buona. Non si parla più, da anni ormai, di problematiche legate alla salute e per fortuna vanno a perdersi anche quelle attività che un tempo vendevano farmaci. Grazie a Dio non esistono nemmeno più tante di quelle patologie devastanti che per anni hanno condizionato negativamente la vita di milioni di persone. Sembra quasi un’isola felice la Terra e si vive benissimo nella nostra cara nazione. Oggi vince il confronto tra idee diverse ma unite in obiettivi concreti e la maggior parte degli ostacoli vengono abbattuti grazie alla funzionalità delle Istituzioni e alla trasparenza dei rapporti umani tra gli individui…
 Quello che avete letto finora è un “sano” delirio. Così come delirante è la situazione reale italiana condizionata prevalentemente da “numeri primi” che parlano di Cannabis quasi fosse la scoperta del secolo, che organizzano meeting nei quali si “suggerisce” di assumere Cannabis in tisana o tramite preparazioni (a pagamento) e magari considerando il malato come un tossicodipendente.

Visto quanto sta accadendo negli ultimi mesi potremmo tranquillamente scrivere decine di pagine al giorno e parlare della FM2 “spacciata” per Bediol nelle farmacie e negli ospedali di tutta Italia. Così come l’arrivo della canapa senza THC e in vendita nei growshop di tutta Italia…
Potremmo anche raccontare di come pesino economicamente le terapie a base di cannabinoidi a tutte quelle famiglie che provandola ne vedono i benefici e non possono assolutamente più farne a meno. In paesi distanti dal nostro solo alcune ore di volo è possibile lasciare al paziente l’importante scelta delle terapie da seguire così come in nazioni più all’avanguardia della nostra è possibile lasciare allo stesso malato una licenza di coltivazione di Cannabis destinata al proprio uso terapeutico personale. E soprattutto gestita da dispensari e senza la presenza di pusher farmacisti.

Assistiamo quotidianamente all’evoluzione socio-culturale sul tema anche se è una Rivoluzione quella che è in corso in questo momento. Vi sono battaglie importanti che ogni giorno vedono scendere in campo autori di gesta che forse nessuno ci racconterà mai e nel nostro piccolo, tutti noi che ci crediamo, siamo parte di questo pezzo di storia. Vi sono incontri importanti che magari non portano a nulla… Così come tante sono le perdite importanti che ci danno un motivo per esserci ancora. Autoproduciamoci serenità e seminiamola ovunque… Il resto verrà da sé.

a cura dell’associazione LapianTiamo

 





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.