img1

Identikit
Nome e cognome: Angus McKinnon Young
Nazionalità: Australiana – Scozzese
Gruppi: AC/DC
Album di maggior successo: Back in Black

Angus McKinnon Young nasce nel 1955 a Glasgow ed è il più giovane degli otto figli avuti da William e Margaret Young. Da piccolissimo, con la famiglia, si trasferisce in Australia dove cresce e diventa il chitarrista fondatore degli AC/DC. Dotato di grande personalità fin da ragazzino decide di lasciare la scuola a 15 anni dedicandosi tutti i pomeriggi alla chitarra, che in realtà era un banjo modificato. Nello stesso periodo lavora come tipografo per una rivista soft-porno locale e in una macelleria; grazie ai guadagni mette da parte i soldi per l’acquisto della sua Gibson SG. La prima formazione per cui suona è la Kantuckee band: solo successivamente, esattamente il 31 dicembre 1973, insieme al fratello maggiore Malcom fonda gli AC/DC. Lui è la chitarra solista, Malcolm la chitarra ritmica, Larry Van Kriedt al basso elettrico, Dave Evans alla voce e Colin Burgess alla batteria. La loro prima registrazione è stata “Can I Sit Next To Your Girl”, che segnò anche l’uscita dal gruppo di Evans in luogo di Bon Scott come vocalist ed è stata l’inizio di una nuova era per la band.

Nel 1974 esce il primo album High Voltage. Alla registrazione partecipa Tony Currenti, un batterista italiano che non rimase nella band per paura di affrontare i tour in Europa ed essere giudicato renitente alla leva. Nel 1975 è la volta di T.N.T con all’interno l’omonimo singolo e “It’s a Long Way to the Top”. Nel 1976 firmano un contratto con l’Atlantic Records e fanno uscire il nuovo lavoro Powerage; ma è nel 1979 che il mondo viene investito dalla carica elettrica di Highway to Hell, disco d’oro anche in Italia. Nel 1980, con oltre cinquanta milioni di copie vendute, raggiungono l’apice del successo con Back in Black, che è ancora oggi il secondo album più venduto in tutto il mondo, dopo “Thriller” di Michael Jackson. L’album è dedicato a Bon Scott, deceduto per soffocamento dopo una sbornia colossale a soli 33 anni. Il rintocco di campane prima dell’inizio del concerto simboleggia proprio il momento di raccoglimento della band, che sostituisce il cantante con Brian Johnson.

Dopo l’exploit la band non raggiunge più certi livelli commerciali ma diventa fonte di ispirazione per una miriade di band heavy metal degli anni ’80. Gli AC/DC continuano ad esibirsi in tour di altissimo livello e risonanza mediatica, l’ultimo dei quali proprio in Italia ad Imola dove oltre 90mila persone hanno potuto gustarsi dal vivo le peripezie della band australiana. Sul palco Angus si presenta da decenni con la divisa scolastica, anche per via della sua statura minuta, adottata definitivamente dopo vari tentativi scenografici (provò anche ad infilarsi la tuta di Spiderman e il costume di Zorro). La scelta finale è stata la divisa della Ashfield High School di Sidney che tanto aveva odiato da ragazzino. Per fomentare l’immagine dello scolaretto maleducato per anni ha falsificato la sua data di nascita facendo credere di essere quattro anni più giovane. Ha spesso diviso la critica, che non lo ritiene tecnicamente al livello dei più grandi chitarristi; in realtà quello che caratterizza la chitarra di Angus è il ritmo incalzante, la velocità e la platealità della performance come ad esempio suonare con la sola mano sinistra premendo i tasti senza percuotere le corde, una tecnica che già Chuck Berry aveva sperimentato e che lui ha saputo rendere propria.

Altra caratteristica scenica del chitarrista australiano è quella di gettarsi a terra girando su se stesso come tarantolato mentre continua a suonare. La sua Gibson prende fuoco attraverso riff semplici che riescono a percuotere il cuore dello strumento come dimostrato con Back in Black e For those about to Rock. Pur essendo una figura mitologica per la scena musicale ha sempre protetto la sua vita privata, schivando la mondanità. Abita a Sidney insieme ad Ellen, sposata nel 1980, e possiede una casa nei Paesi Bassi dove spesso soggiorna. Nel 2005 Angus con il suo metro e cinquantasette di statura viene eletto personaggio di bassa statura più importante di tutti i tempi dalla rivista Maxim. Nonostante sia un accanito fumatore è sempre stato astemio e chi lo conosce bene, come il fratello Malcom, giura di averlo sempre e solo visto con bicchieri di latte al cioccolato e caffè, cosa abbastanza bizzarra per un diavolo come lui.

Robert Murphy
Nato a Torino, vive oggi nella sorridente Bologna. Studioso di storia e appassionato disegnatore vive alla giornata.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.