La carenza di ferro è probabilmente l’alterazione nutritiva più diffusa nel mondo. Benché l’incidenza dell’anemia sideropenia sia superiore nei Paesi in via di sviluppo, questa forma di anemia è comune anche in quelli industrializzati, soprattutto nei bambini piccoli, nelle adolescenti e nelle donne in età riproduttiva.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha definito il concetto di anemia come un valore di emoglobina inferiore ai 14 g/dl nell’uomo, ai 12 g/dl nella donna e agli 11 g/dl nella donna gravida.

Le carenze alimentari rappresentano una rara causa di anemia nei Paesi industrializzati che dispongono di abbondanti fonti di approvvigionamento, per cui circa i due terzi del ferro della dieta sono sotto forma di gruppi eme (molecola contenente atomi di ferro, ndr) prontamente assorbibili. Quindi un diminuito apporto senza che vi siano problemi di assorbimento o di fabbisogno è evento raro. Alquanto diversa è la situazione nei Paesi in via di sviluppo, nei quali il cibo è meno abbondante e la dieta, prevalentemente vegetariana, contiene ferro inorganico (non legato all’eme), poco assorbibile. È consigliato mangiare albicocche, bietole cotte e ciliegie.

Decotto di equiseto: preparare un decotto facendo bollire 50 grammi di equiseto per qualche minuto in un litro di acqua. Bevetene due tazze al dì per una ventina di giorni.

Decotto di ortica: dopo aver tritato fusti e foglie secche, bollitene 50 grammi in un litro di acqua per cinque minuti. Lasciate in infusione per un quarto d’ora e assumetene due tazze al giorno.

a cura di Virginia Rabito





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.