Buone notizie

Anche quest’anno (e forse per sempre) l’Islanda non darà la caccia alle balene

Anche quest'anno (e forse per sempre) l'Islanda non darà la caccia alle balenePer il secondo anno consecutivo, non ci saranno balene arpionate nelle acque islandesi. Dietro la decisione non c’è un ritrovato rispetto per la natura e gli animali ma una mera questione economica. Il mercato della carne di balena non è più remunerativo come un tempo, ragione per cui le due maggiori compagnie del paese dedite alla caccia, Hvalur e IP Utgerd, non hanno più interesse a mantenere l’attività alle attuali condizioni – la seconda ha ufficialmente annunciato la chiusura.

I dati elaborati dal Fondo internazionale per il benessere degli animali (IFAW) e Capacent Gallup, solo il 3,2% della popolazione islandese mangia carne di balena con regolarità (sei o più volte l’anno) e  solo 1,7% mangia carne di balena almeno una volta al mese. Gran parte del consumo locale proveniva da turisti, ma anche quello è diminuito a causa della popolarità del whale watching che genera oltre undici milioni di euro annui. Nelle gelide acque islandesi è possibile avvistare oltre venti specie di cetacei, come megattere, balenottere minori, capodogli e orche, ed è uno dei migliori luoghi d’Europa per avvistare le balene tutto l’anno.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button