Non c’è nulla di più sfuggevole della felicità. Coloro i quali hanno la fortuna o il merito, comunque sia il privilegio di esser da essa omaggiati – che sia spesso o di rado – non sono in grado di conservarla per più di qualche istante, qualche minuto o al massimo, nei casi più eccezionali qualche ora. Anche perché viviamo in una società e un sistema in cui sembra vietato concedersi – anche essendocene magari la possibilità – troppo tempo con lei. Quasi fosse nociva!

Siamo costantemente sotto attacco, perché evidentemente chi muove i fili di questo mondo ci preferisce timorosi, preoccupati e infelici piuttosto che impavidi, gioiosi e spensierati.

E allora non resta che a noi stessi decidere con consapevolezza ed estrema lucidità la strada che vogliamo percorrere. Personalmente – da tempo e senza indugi – ho scelto quella che mi vede padrone del mio destino, quella meno battuta e sicuramente con più incognite. Una strada che non può essere compromessa in alcun modo – o per lo meno l’obiettivo è quello – da accadimenti esterni. Naturalmente ciò non basta a garantire una felicità costante – anche perché come detto tale non può essere – ma perlomeno stabilisce come la cosa dipenda esclusivamente dal sottoscritto e non da altri.

Il passaggio successivo – a rigor di logica – è quello di abbandonare la rincorsa ossessiva e utopistica a un’emozione così fugace per dedicarsi con passione, dedizione ed entusiasmo a quella parola che Vito Mancuso, nel suo splendido libro “Il coraggio di essere liberi” identifica con letizia: «una gioia tranquilla, che scaturisce dall’aver detto sì a qualcosa più grande, dall’adesione della libertà a un orizzonte più vasto e più importante, solitamente chiamato verità, giustizia, amore, bellezza, bene, sommo bene.»





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.