mirto

Con il termine alitosi, o volgarmente alito cattivo, si indica l’odore sgradevole che si emette durante la respirazione e si tratta di un disturbo che può colpire soggetti di qualsiasi sesso ed età; dal punto di vista sociale è una problematica in grado di provocare un forte imbarazzo in chi ne è colpito, arrivando a mettere a rischio le relazioni interpersonali per la paura di mettere a disagio il proprio interlocutore.

L’alitosi può essere dovuta dai seguenti fattori:
– Fattori esterni: cibi (cipolla e aglio), bevande (caffè e alcool) nonché il fumo.
– Scarsa igiene orale: placca e residui di cibo che si depositano sui denti.
– Malattie orali: gengivite e parodontite.
– Dentiere: la placca e i resti di cibo che si depositano vanno eliminati quotidianamente.
– Tonsille: le tonsille criptiche possono trattenere resti di cibo che si accumulano nel tempo.
– Infezioni del tratto respiratorio: faringiti, sinusiti e ascessi polmonari.
– Secchezza delle fauci (xerostomia): può essere causata da problemi di secrezione salivare, farmaci, respirazione con la bocca, cure radioterapiche e chemioterapia.

RIMEDI
Decotto di mirto: bollite 30 g di foglie in un litro di acqua per 10 minuti e fate sciacqui più volte nel corso della giornata.
Infuso misto: lasciate in infusione 2 pizzichi di melissa, 1 di rosmarino, 1 di genziana maggiore e 2 di camomilla per 4 minuti in una tazza d’acqua molto calda. Bere 1-2 volte al giorno per una ventina di giorni.

a cura di Virginia Rabito





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.