Oltre 11000 scienziati sono concordi nel dire che la Terra è di fronte a una emergenza climatica. Un aiuto concreto ci viene dagli alberi: infatti, proteggere quelli esistenti e piantarne di nuovi è un modo per sequestrare l’anidride carbonica atmosferica. Ogni albero assorbe intorno ai 15 kg di CO2 e produce ossigeno per 2,5 esseri umani. Inoltre gli alberi bloccano le polveri sottili, incamerano ozono e migliorano il microclima. Un’operazione tanto più valida nelle città, considerato che la forestazione urbana contribuisce anche all’abbassamento delle temperature di 1-2 gradi e previene il consumo del suolo.

Ecco perché sabato 16 e domenica 17 novembre 2019 è importante partecipare all’iniziativa “Alberi per il futuro“, un gesto concreto che puoi realizzare in due mosse:

  1. Contatta il tuo Comune: il primo passo per poter organizzare la piantumazione è la richiesta di autorizzazione all’Assessorato all’Ambiente o all’Ufficio Ambiente del tuo Comune che ti indicherà le aree destinate alla forestazione urbana e con cui ti consigliamo di raggiungere un accordo per la gestione delle annaffiature nei primi 2-3 anni.
  2. Procura gli alberi: se il Comune acconsente, è possibile anche mettersi direttamente in contatto con l’ente, o vivaio regionale, che in diverse regioni fornisce gli alberi gratuitamente. Se così non fosse, è necessario acquistarli a spese proprie scegliendo tra le specie autoctone definite dall’ufficio ambiente del Comune.

“Alberi per il Futuro” è un’iniziativa dell’Associazione Gianroberto Casaleggio che ad oggi ha piantato più di 40.000 alberi in oltre 200 comuni d’Italia.

Tutte le informazioni, compresi i moduli da compilare e inoltrare ai comuni, sono presenti sul sito dell’iniziativa.

Se ben curati, gli alberi che piantiamo oggi, regaleranno ombra e benessere alle generazioni future.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.