Cronache da dietro il cancello

ACHTUNG, pericolo di morte

La cannabis viene presentata come una sostanza mortale, almeno in Italia, ma presto con l’apertura della Germania anche qui prima o poi verrà consentito l’uso ludico

ACHTUNG, pericolo di morteE così la Germania ha varato una legge che depenalizza e consente l’uso ludico della marijuana… da non crederci! Che sia l’ennesimo tentativo dei tedeschi di commettere uno “sterminio di massa”? La storia non gioca a loro favore in questo senso, se non ricordo male, l’ultima volta fu nel settembre del 2015, con il dieselgate.

Eppure, almeno in Italia, l’erba e il fumo uccidono ancora ma per essere letali hanno bisogno di un comburente, che purtroppo non manca tra le pieghe del nostro tessuto sociale.

Come in ogni cosa l’abuso e finanche l’uso smodato di marijuana, come di qualunque altra cosa, possa essere deleterio è fuori dubbio, così come non ci sono dubbi sul fatto che il consumo in età pre-adolescenziale non sia consigliato, ma per poter uccidere, l’erba ed il fumo devono essere mescolati con ignoranza, malafede ed emarginazione e non sempre succede, molti, grazie a Dio, la scampano ancora.

ACHTUNG, pericolo di morteQuelli che non l’hanno scampata finiscono nelle statistiche dei suicidi, qualche volta ancor prima di arrivare in carcere, come quel ragazzo di Lavagna, che, qualche anno fa fermato dalla GdF con 50 euro di fumo, durante la perquisizione che ne è seguita a casa sua, si è buttato giù dalla finestra.

C’è un altro “uso” che viene fatto della marijuana ed è quello per cui rende plausibili “sistemi di controllo sociale” che impongono a gente che ha passato i 60 anni di farsi sottoporre agli esami delle urine per poter lavorare, indipendentemente dall’uso sporadico che possono fare di cannabis. Magari nei festivi e tra le mura domestiche, uso che lascia comunque traccia per giorni e che ne pregiudicherebbe il rendimento professionale.

Sono convinto che presto, poiché non ci sarà più bisogno di scuse, ne di consenso per contarci anche i peli che abbiamo, anche in Italia finiranno con il consentire l’uso ludico dell’erba, anche perché ormai i traffici della stessa nel mercato clandestino, non sono più governati dalla “malavita” nostrana con cui era possibile “scendere a patti” e forse il consumo controllato avrà costi sociali più ridotti, rispetto alla repressione; la funzione di controllo, verrà comunque messa in atto attraverso forme meno visibili e decisamente più efficaci.
Sono curioso di vedere la campagna pubblicitaria che supporterà l’iniziativa e che, dopo anni di demonizzazione, farà cambiare opinione anche agli integralisti più incalliti; in fondo si tratta d’esercizio del libero arbitrio.

ACHTUNG, pericolo di morteLa fine del proibizionismo negli States, così ben descritta dalla frase di Eliot Ness alla fine degli “Intoccabili” che, prendendo atto del cambio di rotta verso l’uso di alcolici, alla domanda che gli vien posta da un giornalista: «Sembra che aboliranno il proibizionismo, cosa ne pensa?»
– Ness: «Mi andrò a fare un bicchierino!»

Sarà interessante vedere le guardie che, ovviamente fuori servizio, si accenderanno un profumato cannone.



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio