High timesIn evidenza

Accuse ad Ornella Muti: la figlia Naike smentisce tutto

Accuse ad Ornella Muti: la figlia Naike smentisce tuttoDa sempre il festival di Sanremo è sinonimo di polemica, e quindi anche quest’anno per proseguire con la tradizione le controversie non mancano, partite già con la contestata partecipazione di Drusilla come co-conduttrice. A pochi giorni di distanza ecco un’altra bomba lanciata proprio per innescare una nuova polemica, che questa volta vede protagonista Ornella muti, anche lei co-condutrice della nuova edizione.
Nello specifico si tratta di un articolo che esordisce con “L’erba di Sanremo è sempre più verde”, che punta l’attenzione sul fatto che Ornella Muti è anche presidente di un Hemp club, che si occupa di fare informazione sulla cannabis rivalutandola e fornire supporto ai pazienti che necessitano della cannabis terapeutica – che la famosa attrice produrrebbe e commercializzerebbe.
«L’associazione è senza scopo di lucro ma con l’obiettivo primario di aiutare i pazienti, offriamo inoltre la possibilità di acquistare alcuni prodotti (come olii etc.) da aziende partner, con una scelta abbastanza limitata, ma non commercializza la cannabis terapeutica e non la produce», ci tiene a specificare Naike quando la raggiungiamo al telefono smentendo di fatto i contenuti riportati nell’articolo. «Cerchiamo di diffondere informazioni corrette sulla cannabis raggiungendo più persone possibili – prosegue- e invitandole a sostenere la causa.»

«In Italia oggi non abbiamo nemmeno un vero centro per le cure alternative per le varie patologie, non solo quelle terminali, e il fatto che sia poco sostenuto questo tipo di terapia è allucinante. Vogliamo spingere molto sul lato medico.» ci aveva raccontato Naike Rivelli qualche mese fa.

In diversi articoli pubblicati dai media mainstream in molti si chiedono se la Rai conosce il progetto di Ornella, come a intendere che probabilmente se ne fosse stata a conoscenza avrebbe agito diversamente magari escludendo Ornella dal palco dell’Ariston. Ennesima dimostrazione del fatto che l’Italia non si evolve sulla questione cannabis, nonostante gran parte dei paesi d’Europa stanno legalizzando con grandi benefici economici e sociali.

Inoltre ad un certo punto nell’articolo viene citata la sorella, Claudia, che qualche mese fa è stata sottoposta agli arresti domiciliari per aver importato illegalmente Gbl (la droga dello stupro) dall’Olanda. Come se fosse un vizio di famiglia i giornali mainstream collegano l’interesse di Ornella per la cannabis, una cura medicinale, legale e regolamentata, in modo evidentemente forzato con una sostanza molto più pesante, illegale e sicuramente nociva.
A rincarar la dose – come se non bastasse – a queste polemiche si aggiunge anche la critica alla figlia Naike che spesso appare senza vestiti sui suoi canali social. Sicuramente un’osservazione fuori luogo e per nulla pertinente, probabilmente inserita per screditare la famiglia e far scoppiare la polemica. Una polemica tristemente sterile.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button