Il mondo è nel pieno di una crisi strutturale e irrisolvibile con i paradigmi del capitalismo che lo hanno guidato fino ad oggi. Il modello improntato alla sovrapproduzione di merci inutili e al consumismo ha prodotto una catastrofe ambientale, mentre la forbice della disuguaglianza tra pochi esseri umani ricchissimi e masse di poveri si allarga ogni giorno di più.

Come uscire da questa dinamica perversa è il tema di “A Simpler Way”, un film realizzato nel 2016 da Jordan Osmond e Samuel Alexander e diventato in breve tempo un manifesto del movimento della decrescita felice. Il film, realizzato grazie ad una campagna di crowdfounding, è stato selezionato in importanti festival internazionali. Pubblicato gratuitamente in rete ha raccolto oltre 500mila visualizzazioni solo in versione originale.

«Ci dicono che per migliorare il pianeta dobbiamo fare docce più brevi, riciclare, acquistare prodotti ecologici e spegnere le luci quando lasciamo la stanza, ma queste misure sono assolutamente inadeguate. Abbiamo bisogno di cambiamento drastico, che deve essere insieme personale, culturale e strutturale. Innanzitutto, abbiamo bisogno di ri-immaginare la vita al di là della cultura del consumo e iniziare a costruire un mondo basato su un modello più semplice di vita, che non significa disagio o privazione, ma concentrarsi su ciò che è sufficiente per vivere bene», spiegano gli autori di “A Simpler Way”.

Partendo da questo presupposto il film accompagna lo spettatore a conoscere da vicino diverse esperienze, personali e collettive, che mettono in pratica questo nuovo modo di vivere fatto insieme di semplicità e felicità. Di seguito il film in versione integrale, per la prima volta tradotto e sottotitolato in italiano dalla redazione di Dolce Vita. Buona visione.

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.