HNkkdsDfBRrFRKKBLa città americana di Los Angeles sta diventando una vera e propria attrattiva per gli amanti della Cannabis. In passato ha avuto grande successo il California International Cannabis and Hemp Expo, la prima fiera del fumo organizzata a Daly City che ha fatto parecchio scalpore negli Stati Uniti.

Dopo una lunghissima trattativa durata ben quattro anni si è tenuta questa prima fiera, che ha raggruppato circa 15.000 persone arrivate da tutti gli Stati Uniti. Riuscire ad ottenere tutti i permessi necessari per dar vita a questo tipo di manifestazione non è stata assolutamente cosa semplice nonostante in California sia autorizzato l’uso della sostanza a fini medici dal 1996.

Recentemente però un hotel di Los Angeles si è auto proclamato come la prima struttura per fumatori di Marijuana. I proprietari dell’albergo garantiscono che nella loro struttura non ci sarà bisogno di fare tutto di nascosto, come accade negli altri alberghi, mettendo l’asciugamano sotto la porta per evitare che l’odore esca! Il proprietario dell’hotel, costruito nel 1920 nel cuore del quartiere coreano della città, è un grande sostenitore della distribuzione di marijuana a fini medici, oggi autorizzata in California.

Fino a poco tempo fa era un albergo come tutti gli altri, oggi invece con 420 dollari circa, i fumatori di marijuana potranno passare due notti senza essere disturbati! Molto presto i cittadini californiani dovranno esprimersi attraverso un referendum, su un testo che autorizza l’uso di marijuana a scopi ricreativi. Vedremo come andrà a finire il referendum e se l’uso della marijuana sarà consentito o meno anche nel Paese bagnato dall’Oceano Pacifico; una cosa è certa, legalizzarla darebbe un motivo in più a molti turisti Los Angeles come meta di vacanza. E sappiamo bene che maggiore turismo porta molti più soldi per tutti. L’esito finale del referendum non è così scontato, prevarrà la morale oppure prevarranno gli interessi? Vedremo come andrà a finire.

Fabio Porretta
fonte: direttanews.it

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.