cannabis terapeuticaIl primo raccolto di cannabis legale in Italia si terrà il mese prossimo. Lo hanno annunciato i responsabili dello Stabilimento chimico-farmaceutico militare di Firenze, luogo dove è stata autorizzata la prima produzione italiana di cannabis a fini terapeutici, in base all’accordo siglato nel settembre scorso tra il ministero della Difesa, Roberta Pinotti, e quello della Salute, Beatrice Lorenzin.

La coltivazione attualmente allestita presso il centro fiorentino occupa una piccola serra ed è ad esclusivo scopo di sperimentazione. Una volta raccolta non sarà infatti distribuita alle farmacie, ma utilizzata per effettuare analisi di laboratorio. Le infiorescenze raccolte saranno poi essiccate e sottoposte a un trattamento a base di raggi gamma per abbatterne l’eventuale carica microbica.

Dopo questa fase sperimentale, e dopo aver ottenuto le necessarie autorizzazioni ministeriali e dell’Agenzia italiana per il farmaco, potrà cominciare la coltivazione vera e propria e la successiva distribuzione alle farmacie della cannabis terapeutica. Ciò consentirà al sistema sanitario italiano di non importare più i farmaci a base di cannabinoidi dall’Olanda, come avviene ora, con il duplice vantaggio di poter garantire una migliore continuità terapeutica ai pazienti e di diminuire notevolmente i costi a carico del sistema sanitario.

La varietà di cannabis piantata allo stabilimento militare è stata selezionata dal Cnr di Rovigo ed è la stessa utilizzata in Olanda per la preparazione del Bedrocam (la varietà di cannabis terapeutica maggiormente utilizzata in Europa), mentre i controlli a cui saranno sottoposte le piante serviranno a garantire la standardizzazione del prodotto, il quale dovrà avere sempre le medesime concentrazioni di principi attivi (Thc e Cbd). Nel prossimo futuro la cannabis prodotta a Firenze sarà confezionata in barattoli da 5 grammi l’uno e distribuita alle farmacie e da queste ai pazienti in possesso della prescrizione medica per poterla utilizzare.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.