Probabilmente è stato l’attivista più importante e influente nella lunga guerra contro il proibizionismo della cannabis. Di certo è stato l’unico capace di guadagnarsi una prima pagina sul Wall Street Journal e a vendere quasi un milione di copie con un libro sulla canapa. Stiamo parlando di Jack Herer, morto il 15 aprile del 2010 in seguito ad un attacco cardiaco.

Jack Herer era nato a Buffalo, nello stato di New York, nel 1939. Iniziò il suo attivismo contro il proibizionismo negli anni della hippie generation, finendo più volte in carcere. Proprio durante uno dei suoi soggiorni dietro le sbarre iniziò a scrivere quello che è tutt’oggi, senza dubbio, il più influente libro sulla canapa mai scritto al mondo: The Hemperor Wears No Clothes.

Questo libro, frutto di anni di ricerche, studi e interviste, fu il primo a provare alcune delle teorie oggi di dominio pubblico sulla nascita del proibizionismo, ovvero come la guerra contro la “marijuana” venne inventata per fermare la coltura della canapa, che negli anni ’30 stava mettendo a repentaglio gli interessi delle nascenti industrie dei derivati della plastica, del petrolio, della carta e del farmaca.

Jack Herer non trovò alcun editore disposto a pubblicare The Hemperor Wears No Clothes, per questo decise di fare tutto da solo, stampandolo e distribuendolo in modo indipendente durante eventi pubblici. Fu un successo clamoroso. Dall’anno della pubblicazione, il 1985, è stato tradotto in dodici lingue e venduto in oltre 800.000 copie.

Un murales dedicato a Jack Herer a Venice Beach (Los Angeles)

Herer era talmente convinto della correttezza di quanto aveva scritto circa il complotto di alcune industrie americane contro la cannabis (a cominciare dalla DuPont e dal magnate del giornalismo William R. Hearst) che arrivò al punto di offrire 100.000 dollari a chiunque fosse riuscito a dimostrare che aveva torto. Nessuno riuscì mai nella ricca impresa.

Negli anni successivi ha continuato a girare tutti gli Usa e non solo per raccontare a tutti le potenzialità della canapa e la necessità di lottare contro il proibizionismo. Dotato di un carisma fuori dall’ordinario fu capace di fungere da ispiratore per molte delle esperienze che hanno segnato la lotta contro il proibizionismo.

Dopo la prematura scomparsa gli sono stati dedicati eventi, riviste, graffiti e varietà di marijuana. Tuttavia il modo migliore per ricordarlo e mantenere vivo il suo insegnamento è sicuramente leggere il suo libro The Hemperor Wears No Clothes, un libro straordinariamente attuale anche più di 30 anni dopo. Potete farlo gratuitamente dal nostro sito, scaricandolo in formato pdf a questo link.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.