Quattrocento euro di multa per chi contratta, acquista e riceve sostanze stupefacenti in ogni area pubblica o aperta al pubblico. Non serve neanche essere colti sul fatto, basterà essere riconosciuti attraverso le telecamere di sicurezza.

È quanto prevede la modifica al regolamento di Polizia Urbana approvata ieri dalla Giunta comunale di Treviso, con l’inserimento di un nuovo articolo, il 37 quinques.

Ma non è tutto. La norma prevede anche “la confisca delle cose utilizzate e utilizzabili per l’assunzione delle sostanze“. Tradotto: la polizia può sequestrare cartine e chissà, anche accendini, biglietti del treno usati – sia mai che vengano usati per fare i filtri – e magari fogli di carta stagnola, limoni, lacci e cucchiaini ai sospetti consumatori di oppiacei.

L’approvazione definitiva spetterà al Consiglio comunale, ma vista la composizione ci sono pochi dubbi sul fatto che questa arrriverà. La maggioranza è infatti saldamente in mano alla Lega, che esprime anche il sindaco Mario Conte, in coalizione di Fratelli d’Italia, Forza Italia ed altre liste civiche di destra.

Una nuova misura spot per la “guerra alla droga”, che difficilmente potrà essere attuabile ma che serve naturalmente per continuare a fare propaganda.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.