fuoriuscita petrolio tunisia
Altre perdite di petrolio, questa volta sull’isola di Kerkennah, uno degli habitat della Tunisia più ricchi di flora e di fauna, con turismo e una fiorente industria di pesca.

La spiaggia più colpita si chiama Sidi Fraj, con macchie di petrolio dappertutto. Non si sa bene da dove venga il petrolio, fatto sta che il giorno 14 Marzo 2016 ci si è svegliati con una lunga marea nera sulla sabbia, da Sidi Fraj fino alla località Sersina.

Alcuni dicono che il petrolio arrivi da uno degli oleodotti della Tunisian Company for Oil Services non lontane dalla spiaggia. Ma le autorità sono assenti e anzi, un ingegnere che lavora per una associazione volontaria di protezione ambientale chiamata SOS BIAA, Morched Garbouj, dice che la gente è allarmata e le autorità ufficiali latitano.

Secondo Garbouj il petrolio invece che dall’oleodotto in questione arriverebbe dalle piattaforme a mare della Thyna Petroleum Services e le perdite sono durate per almeno 24 ore. Lo stesso Garbouj teme per la qualità della vita attorno alla piattaforma e per la pesca, visto che Kerkennah è nota per il pescato di qualità.

Nel frattempo il ministro dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile di Tunisia Nejib Derouiche, giunto finalmente sul posto il 16 Marzo 2016, dichiara che è tuttapposto e che la marea nera è dovuta a perdite di petrolio da oleodotti sotterranei della Thyna Petroleum Services.

Come sempre, scoppi, perdite, incidenti sono sempre possibili. Ci guadagnano i petrolieri e non la gente normale. Per evitare tutto questo c’è un solo modo: non trivellare più.

articolo tratto dal blog ufficiale di Maria Rita D’Orsogna





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.