10346530_10152294134754495_4855561639413924912_nLe dolci colline del fermano sono state per il secondo anno consecutivo il teatro della IndicaSativa Trade, fiera della canapa e delle tecnologie dedicate, che ha riportato in Italia un evento di carattere internazionale che mancava da troppi anni.

I 70 stand provenienti da tutta Europa hanno occupato interamente il primo piano del Fermo forum, offrendo agli oltre 6mila visitatori accorsi nei 3 giorni una panoramica generale sugli utilizzi e sui prodotti che si possono ricavare da questa pianta, ad esempio a livello alimentare, industriale o terapeutico, oltre tutto ciò che può essere collegato all’uso ricreativo delle infiorescenze.

Se una delle pecche dell’anno scorso erano stati i collegamenti e la mancanza di segnalazioni per raggiungere il forum, quest’anno gli organizzatori hanno rimediato sia grazie alle navette che facevano la spola tra la fiera e la stazione, sia grazie ai pullman organizzati dalle più importanti città italiane che hanno potuto raggiungere più agevolmente la fiera grazie al maggior numero di cartelli e indicazioni. E infatti così come è cresciuto il numero degli espositori (470 persone in totale) è aumentato anche il pubblico accorso da tutta Italia e non solo. D’altro canto, chi si aspettava un evento a mo’ di Spannabis, con 30mila visitatori e code di ore agli ingressi, rimarrà deluso. Ma noi abbiamo apprezzato ancora una volta l’atmosfera distesa di un evento che trasmette “vibre” positive e sta guadagnando sempre nuovi consensi.

Le giornate di venerdì, sabato e domenica sono state scandite da eventi, convegni e presentazioni che hanno cercato di soddisfare le curiosità di tutti gli ambiti che questa pianta meravigliosa riesce ad abbracciare. Il venerdì pomeriggio è stato dedicato ad un convegno sulla canapa industriale, prima del quale abbiamo avuto la possibilità di presentare la nostra rivista cartacea dedicata agli utilizzi agro-industriali. Gli ospiti sono stati Pietro Paolo Crocetta della società agricola Eletta, Laura D’Andrea del CRA di Bari, Cesare Quaglia del direttivo di Assocanapa, Olver Zaccanti di Anab, Gilberto Barcella dell’azienda Equilibrium, Leo Pedone di Pedone Working e Antonio Trionfi Honorati di Aprocama. La conclusione dell’evento è stata affidata a Massimo Fiorio, vicepresidente della commissione agricoltura presso la Camera dei deputati

Il sabato è stato invece dedicato alla discussione con il pubblico su quale legge sulle sostanze stupefacenti sia meglio adottare dopo dichiarazione di incostituzionalità della Fini-Giovanardi. L’incontro ha visto la partecipazione di Alberto Airola (M5S), Vittorio Ferraresi (M5S)
 (vedi video) e Don Rico +
 Nando Popu dei Sud Sound System (vedi video). Il gruppo salentino ha animato la serata con un concerto memorabile riproponendo pezzi vecchi e suonandone di nuovi con la marijuana, il sole e l’amore a fare da filo conduttore.

Il pomeriggio della domenica è stato invece dedicato ad un convegno sulla cannabis terapeutica nel quale il dottor Mariano Garcìa de Palau, dopo un introduzione sui cannabinoidi e il sistema endocannabinoide endogeno, ha raccontato della situazione spagnola e del suo progetto THC Terapeutico, supportato dalla Pure Seed, che ha permesso la creazione di un ambulatorio online gratuito per i pazienti che utilizzano la cannabis o i suoi derivati per il trattamento di varie patologie.

E’ anche grazie a questi convegni e conferenze se la IndicaSativa Trade è ormai un nome conosciuto in Italia e una fiera con ottime possibilità di diventare centrale per tutti gli operatori del settore. L’anno passato si era parlato della possibilità di spostare l’evento in una grande città, ma la nascita di Canapa in Mostra a Napoli a fine ottobre e di Canapa Mundi a Roma in febbraio forse hanno cancellato del tutto questa possibilità. E la cosa a noi non dispiace, certi che anche altri avranno apprezzato per il secondo anno consecutivo questa tre giorni, che può contribuire alla crescita di tutto il settore.

stand filiera canapa industrialeCome l’anno scorso sono stati i visitatori a giudicare quale fosse il miglior stand e il miglior prodotto della fiera. Come miglior stand (nella foto) è stato scelto quello che rappresentava una possibile filiera della canapa industriale con la società agricola Eletta Campana come produttore di seme, Delizie di canapa per la trasformazione del seme in prodotti alimentari così come l’azienda agraria Trionfi Honorati, poi Equilibrium per rappresentare il mondo della bioedilizia e del biomattone in calce e canapa, lo studio di architetti Pedone Working e il CRA (Centro di Ricerca per l’Agricoltura) di Bari.

Come miglior prodotto è stato scelto il Project X, un piccolo vaporizzatore portatile, presentato da Canapaiò. Gli organizzatori si sono detti “soddisfatti di come sia andata questa edizione di IndicaSativa Trade. Riteniamo che la crescita rispetto lo scorso anno sia stata notevole e siamo coscienti che non abbiamo ancora raggiunto l’obiettivo prefissato e la fiera è ancora lontana dall’essere ciò che può diventare ma i progressi sono stati notati. Siamo felici per la crescita e per essere riusciti a proporre nuovamente l’evento in un clima di surreale tranquillità sotto ogni punto di vista”.

Altri report e commenti sul forum di Enjoint.





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.