divieto marijuana1 – Il divieto di cannabis implica l’esistenza di un mercato illegale che conduce alla criminalità, al quale anche i minori hanno facilmente accesso e che rende impossibile qualunque controllo.
2 – Il divieto di cannabis rappresenta un’enorme entrata economica per la mafia e per la criminalità organizzata, che utilizzano queste entrate per finanziare attività criminali gravi o riciclano il denaro sporco, indebolendo così l’economia legale.
3 – Il divieto di cannabis favorisce comportamenti antisociali e trasforma forzatamente in “delinquenti” i soggetti che la consumano.
4 – Il divieto di cannabis porta a prezzi molto più alti imposti dalle associazioni criminali.
5 – Il divieto di cannabis esercita una pressione enorme sulle risorse del sistema giudiziario e sulle forze dell’ordine, i quali sono nati con lo scopo di garantire l’ordine pubblico, non di limitare o violare la libertà personale dei cittadini.
6 – I risultati che hanno dato cento lunghi anni di divieto sono profondamente negativi, e non giustificano ulteriori investimenti di denaro e di energie in questa direzione.
7 – Il divieto di cannabis provoca danni alla credibilità del governo, dal momento che il suo uso è già consolidato nella società.
8 – Il divieto di cannabis è uno dei pilastri della “guerra alla droga”, che porta a massicce violazioni dei diritti umani a livello mondiale, danneggia l’ambiente e il sostentamento delle persone.
9 – Il divieto di cannabis impedisce lo sviluppo degli impieghi industriali della pianta di canapa, che può sostituire in tutto e per tutto il petrolio.
10 – Il divieto di cannabis rende impossibili i normali controlli che garantiscono la qualità del prodotto. Ciò permette al mercato illecito di mettere in commercio prodotti di scarsissima qualità, che causano problemi di salute e patologie tra i consumatori.
11 – Il divieto criminalizza i consumatori di cannabis con conseguenze sociali disastrose per gli interessati, incidendo in modo profondamente negativo nei rapporti con la famiglia, nel lavoro e nell’ambiente di vita.
12 – Il divieto di cannabis viola il diritto di ciascuno di noi di poter decidere per il proprio corpo e per la propria mente.
13 – Il divieto di cannabis nega a tutti l’accesso ad un farmaco capace di promuovere la salute ed il benessere
di ognuno di noi.
14 – Il divieto di cannabis scoraggia e spesso impedisce i medici nella prescrizione e nella somministrazione di tale sostanza, ma specialmente ostacola e rallenta la ricerca scientifica circa suoi effetti medicinali, utilissimi per il trattamento di diverse malattie come l’HIV / AIDS, la sclerosi multipla, il cancro ed il dolore cronico.
15 – Il divieto di cannabis priva il governo della possibilità di accisa o d’imposta sul prodotto.

 





4 Comments

  1. condividere di brutto e in grande e ora che la gente attivi quello che cia sotto la scatola cranica.

  2. basta smenare per le stronzate dei altri!!

Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.