Parlare del futuro dell’Italia partendo dalla legalizzazione della cannabis: è questo lo scopo dell’appello lanciato da un paio di giorni da circa 100 parlamentari al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.


L’appello partito dal deputato Cinque Stelle Michele Sodano, oltre ad elencare varie motivazioni (economiche, ambientali, legali) per cui si dovrebbe pensare alla legalizzazione, chiede la disponibilità del Presidente Conte ad incontrare alcune delle principali associazioni di categoria così da discutere il tema della legalizzazione della cannabis e valutare la proposta con serietà e con tutti i dati necessari a disposizione.

«L’obiettivo è quello di aprire un dibattito e informare i cittadini, cercando di alzare l’attenzione su questo tema. Il prossimo passo è quello di discutere e analizzare le proposte di legge degli anni scorsi e allo stesso tempo ribaltare una proposta di legge della lega assolutamente retrograda, dal nome “droga zero”, che in sintesi vorrebbe un proibizionismo totale» ci spiega Sodano al telefono.

Secondo il deputato dei 5S i tempi sono maturi e la recente situazione di emergenza è una chiave di lettura importante per risollevare l’Italia, «pensare alla legalizzazione per far si che l’Italia si evolva, ad esempio imitando gli Stati Uniti e il Canada e regolamentando il mercato, che secondo recenti stime porterebbe un indotto di circa 10 miliardi oltre a indebolire drasticamente le mafie, monopoliste di questo mercato. Ogni crisi storicamente è un’opportunità per fermarsi, riflettere ed evolversi è vale anche per questo momento storico. Pensare adesso di virare verso una green economy e una serie di politiche ambientali e attente alla sostenibilità credo sia importante».

Il prossimo 25 giugno a Montecitorio, a partire dalla 10, ci sarà una manifestazione in favore della legalizzazione in cui tutti gli aderenti alla campagna #iocoltivo sono invitati a presentarsi con la propria piantina, ricorda Michele Sodano sottolineando che questa deve essere «una battaglia in cui cittadini e istituzioni devono fare rumore in maniera pacifica».

Infine il deputato grillino risponde alle nostre perplessità sulla reale validità ed efficacia dell’appello, dato che anche l’intergruppo parlamentare per la legalizzazione della cannabis aveva provato a far partire il dibattito sulla questione senza successo, concludendo che «bisogna esporsi e metterci la faccia, e portare avanti sempre le battaglie. E’ un percorso che non deve tramontare mai.»

Ci auguriamo che questo possa veramente, dopo tanti anni, aprire un dibattito fruttuoso per una imminente (e quanto mai necessaria) legalizzazione della cannabis in Italia.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.