Amsterdams Bürgermeister: Haschisch weltweit freigeben

La cannabis è meglio se consumata pura anche se molto spesso viene mischiata col tabacco. Sia che sia pura o mescolata, la combustione e l’inalazione di una sostanza causa effetti negativi sul fisico.

Anche se la cannabis pura può contenere una quantità di ammoniaca fino a 20 volte superiore a quella del tabacco, quest’ultimo aggiunge a questa sostanza un’intera gamma di elementi malsani e molecole dannose. E’ quindi importante essere a conoscenza di queste cose se si sceglie di fumare. Inoltre, ci sono alcune abitudini facili da adottare per contrastare alcuni degli aspetti negativi del fumo.

Naturalmente utilizzare tabacco organico e senza additivi, filtri di feltro per filtrare il catrame, cartine non sbiancate chimicamente e accendini a gas butano risulta sempre più intelligente, ma si tratta solo di piccoli gesti nella realtà di un fumatore.

Il fumo produce radicali liberi che sono molecole instabili con un numero dispari di elettroni. Questi radicali liberi hanno bisogno di recuperare elettroni da altre molecole per stabilizzarsi, creando nuovi radicali all’interno degli organi del corpo.
I radicali liberi modificano le cellule del nostro corpo e possono provocare un cambiamento del DNA con conseguente invecchiamento delle cellule.

Ci sono alcuni meccanismi naturali destinati a riparare il danno, ma anch’essi sono codificati nel DNA e pertanto possono essere danneggiati portando all’insorgenza di malattie degenerative come il cancro. Il nostro fegato produce naturalmente potenti antiossidanti per combattere i radicali liberi, ma non sono sufficienti per i fumatori.

La soluzione per i fumatori è quella di essere consapevoli del loro uso quotidiano e di compensare con degli integratori che contrastino i radicali liberi. Gli antiossidanti sono molecole che sono in grado di donare elettroni ai radicali liberi senza perdere la propria integrità molecolare. Gli antiossidanti si trovano in alimenti e integratori alimentari come:

Vitamina E: antiossidante liposolubile. Le vitamine C ed E lavorano insieme per riprodursi. La vitamina E è una delle prime linee di difesa contro i danni dei radicali liberi ai polmoni quando respiriamo l’inquinamento o il fumo. Le fonti alimentari contenenti vitamina E sono nocciole, mandorle, arachidi, oli vegetali come l’olio di semi d’uva, semi, verdure a foglia verde e cereali da colazione fortificati con vitamina E. Una dose consigliata di 200 mg al giorno è indicata per un fumatore. Dosi più elevate, a lungo termine, possono avere effetti negativi sul cuore.

N acetil cisteina (NAC): è un amminoacido molto importante, precursore del glutatione, uno degli antiossidanti naturali più importanti nel nostro corpo. Il muco è composto principalmente di NAC e la maggior parte degli sciroppi per la tosse sfruttano questo amminoacido. La dose consigliata è di 500-600 mg al giorno.

CoQ-10: si trova in ogni singola cellula del corpo ed è un nutriente molto importante per migliorare i livelli di energia delle cellule, inoltre, supporta la salute del cuore. Il corpo produce naturalmente CoQ-10, ma intorno ai 25 anni i livelli si abbassano drasticamente influendo sulla fatica mentale e fisica e inoltre il fumo riduce la capacità di produzione di questa sostanza. Una dose di 30-50 mg al giorno è consigliabile.

Carotenoidi: sono una categoria di antiossidanti idrosolubili essenziali per il corpo. Mentre la vitamina E protegge il grasso sottocutaneo (vedi sopra), i Carotenoidi proteggono tutti i livelli. Al giorno d’oggi ci sono più di 600 tipi di carotenoidi.

Zinco: eccellente per il sistema immunitario, stimola l’appetito e accelera la guarigione delle ferite. La dose consigliata è di 7-15 mg al giorno.

Magnesio: è utile per l’insonnia, lo stress e i dolori mestruali. Inoltre aiuta il corpo ad assumere il Calcio. La dose consigliata giornaliera è di 150 mg.

Selenio: è un antiossidante utilizzato in caso di artriti, cancro o sintomi dell’HIV. La dose giornaliera consigliata varia tra i 100 e 200 mg al giorno.

La vitamina B: aiuta coloro che soffrono di stress o di condizioni nervose, così come coloro che consumano alcool regolarmente.

Gli integratori alimentari come l’acido alfa lipoico, picnogenolo, acido rosmarinico, e la grande famiglia dei flavonoidi aiutano a contrastare tutti i danni dei radicali liberi.

I cibi che un fumatore dovrebbe consumare per bilanciare le carenze sono:

Succo di melograno, mirtilli o altri frutti rossi: alcuni test recenti hanno dimostrato che il melograno sia uno dei cibi con la maggior quantità di proprietà antiossidanti e anticancro.

La curcuma, una spezia di colore giallo acceso utilizzata in India, ha proprietà anti-infiammatorie, anticancro e antiossidanti, può facilmente essere miscelata con il pepe per l’uso quotidiano in cucina.

Il Cacao: contiene molti potenti antiossidanti, ma è necessario che sia cioccolato fondente almeno al 70%, il cioccolato al latte infatti, limita fortemente gli effetti positivi e la capacità degli antiossidanti di lavorare bene.

Verdure: in particolare quelle della famiglia del cavolo, come broccoli che contengono molti sulforaphanes che sono potenti elementi anticancro.

Anche il vino rosso, l’olio di semi d’uva spremuto a freddo e il cognac, tutti a base di uva, hanno valori di antiossidanti, se assunti con parsimonia!

In generale, consumare regolarmente frutta e verdura rappresenta la migliore forma per assumere antiossidanti. Inoltre è importante prestare attenzione ai colori dei cibi e a mescolarli assumendo così tutti gli antiossidanti di cui il corpo ha bisogno in maniera naturale.

Assumere diversi antiossidanti in combinazione fa in modo che vengano rilasciati lentamente nell’arco della giornata, proteggendo il corpo dai danni provocati dal fumo. Ricordatevi di bere molta acqua con sali minerali per aiutare la capacità delle cellule di riprodursi e impedire che si disidratino.

Tutti sappiamo che fumare fa male alla salute. Tuttavia, considerando che molte persone fanno cose che non sempre sono sempre positive per il proprio corpo, è essenziale prevenire e contrastare i problemi con una dieta intelligente e un po’ di esercizio fisico quotidiano.

Naturalmente si tratta anche di una questione fisica personale, ma essere un Fumatore Sensibile è qualcosa che aumenta la longevità e la salute in generale per non parlare del fatto che rende il fumo un’attività più piacevole.

Commenti da facebook

Leave a Reply