In Molise era il maggio del 2016 quando è stata presentata una proposta di legge per promuovere la coltivazione di canapa. Ad oggi non è ancora stata approvata ma la proposta del M5S prevedeva attività sementiera (da condurre insieme all’Agenzia regionale per lo Sviluppo agricolo, rurale e della pesca); reperimento del seme o del materiale di propagazione; meccanizzazione delle fasi di coltivazione, raccolta, movimentazione e stoccaggio; impianti di lavorazione e trasformazione; coltivazione per la fitodepurazione di siti inquinati; recupero delle terre incolte; ricerche e studi di fattibilità per gli utilizzi industriali delle materie prime compresi gli studi di mercato. La proposta M5S prevede contributi regionali per i soggetti aggregati in filiera e per interventi che prevedano la collaborazione con dipartimenti universitari o altri centri di ricerca specializzati.

La proposta di legge in Basilicata è arrivata all’inizio di quest’anno con l’obiettivo di riscoprire questa coltivazione con una copertura finanziaria avverrà tramite un “Fondo per la promozione della canapa industriale” per sostenere la legge tramite una donazione iniziale di 200mila euro.
Per completare il quadro delle regioni che si sono dotate di una legge simile bisogna ricordare che era il 2003 quando in Toscana fu approvata una legge regionale per un progetto pilota in collaborazione con Toscanapa e con il gruppo Fibranova, mentre nel 2007 fu l’Emilia Romagna a legiferare in materia.

 

Commenti da facebook

Comments are closed.