A noi interessa l’ambiente, interessa la sostenibilità, la sorte degli altri esseri viventi, goderci la vita, essere migliori di quel che siamo. In questo senso più ampio, l’attuale sistema alimentare è un deserto. I motivi per opporsi vanno oltre i danni che esso infligge alle persone e alle comunità che vi sono rimaste invischiate. Il modo in cui mangiamo oggi scatena anche la sistematica crudeltà contro gli animali, esige livelli non sostenibili di energia e sfruttamento delle acque, contribuisce al riscaldamento globale e fornisce terreno fertile per le malattie, oltre a limitare la nostra compassione e il piacere dei sensi.

Raj Patel, I padroni del cibo, 2008.

Comments are closed.