La cannabis sequestrata a Pordenone nella foto diffusa dalla Municipale

«Il frutto del nostro controllo capillare del territorio». «Una grande professionalità e dedizione».  La polizia municipale di Pordenone è entusiasta e lo stesso vale per il Comune che ha emesso un comunicato per glorificare il magnifico operato della forza di polizia locale nelle operazioni antidroga.

Ben 12 sequestri in due mesi. Il bottino? 30 grammi tra hashish e marijuana. In tutto. Il post celebrativo con il quale il Comune aveva celebrato l’operato della Municipale su Facebook purtroppo è stato cancellato per la vergogna. Seppellito da centinaia di commenti che lo deridevano.

A noi non rimane che il comunicato stampa. Da questo apprendiamo che il ritrovamento più importante è stato quello di una busta con dentro 21 grammi di cannabis. Ritrovata ai giardinetti, abbandonata, e culminata in una denuncia per spaccio contro “ignoti”. Un capolavoro nella lotta al narcotraffico, ne c’è che dire.

Per il resto, undici persone sono state segnalate alla prefettura come consumatori, ritrovate in media con 0,8 grammi a testa di cannabis. Due canne scarse. Valore di mercato, forse, superiore ai 5 euro.

Il capolavoro del comunicato è probabilmente quello nel quale si rivendica come questi grandi risultati siano stati ottenuti grazie alle risorse stanziate per gli straordinari degli agenti municipali. Per trovare 30 grammi di erba in due mesi non bastavano, evidentemente, otto ore al giorno.

Commenti da facebook

Comments are closed.