Un’intera famiglia denunciata per spaccio di sostanze stupefacenti per la coltivazione di sole due piante di cannabis. È successo a Ischia, dove la polizia ha denuniciato tre persone: un uomo di 44 anni, la sua compagna di 46 e il figlio di quest’ultima di 19 anni.

Secondo quanto riportato dai media locali la polizia ha trovato due piantine di cannabis, coltivate in vaso, dell’altezza rispettiva di 60 e 50 cm e due involucri contenenti rispettivamente 4,5 grammi di hashish e 25 grammi di erba. Un quantitativo evidentemente di scarso valore economico e quantitavimente di certo compatibile con il consumo personale di tre persone adulte. Ma questo non è bastato.

La polizia ha infatti provveduto, oltre che al sequestro della sostanza, anche alla denuncia per violazione dell’art.73 del Dpr 309/90 (coltivazione di droghe al fine di spaccio) per tutti e tre i membri della famiglia, a quanto pare utilizzando come presunta prova il ritrovamento dentro l’abitazione di una bilancia di precisione, che ovviamente può avere molteplici usi in una cucina.

Come se non bastasse, e come troppo spesso ancora accade, in un rito che ricorda la pubblica espiazione di stampo medievale, i tre sono stati resi perfettamente riconoscibili al vicinato dai giornali locali che non si sono posti alcuna remora nel pubblicare iniziali dei nomi, età e via di residenza dei tre malcapitati consumatori di cannabis.

Comments are closed.