canada marijuanaJustin Trudeau lo aveva promesso in campagna elettorale e lo vuole mantenere da premier: il Canada deve essere il primo paese del g7 a legalizzare la cannabis. Il capo del governo liberale eletto lo scorso ottobre ha confermato le sue intenzioni ieri nel discorso al Parlamento nel quale ha annunciato il programma di governo per il 2016.

«Il governo intende approvare misure legislative che legalizzino e regolamentino la marijuana ma che limiteranno l’accesso a questa sostanza», questo il passaggio del discorso con il quale l’intenzione di procedere alla svolta antiproibizionista è stata annunciata.

Justin Trudeau, classe 1971, durante la campagna elettorale aveva dichiarato senza alcuna remora di aver fumato cannabis «cinque o sei volte», una delle quali nel 2010, quando era già parlamentare.

Già nel 2004il governo canadese, anche allora guidato dai liberali, aveva cercato di legalizzare il consumo di cannabis, ma aveva dovuto rinunciare anche a causa delle pressioni che arrivarono dal governo degli Stati Uniti. Ora, 11 anni dopo, quattro stati Usa hanno legalizzato la cannabis ed altri stanno procedendo nella stessa direzione ed il presidente Obama, che fino ad ora non è intervenuto contro la legalizzazione degli stati all’interno degli Usa, difficilmente si schiererà contro la svolta del vicino canadese.

Comments are closed.