mr nice“Ho un cancro incurabile e tra poco morirò, ma non mi pento di niente perché ho avuto una vita fantastica”, sono le parole di Howard Marks detto “Mr Nice”, il leggendario spacciatore gallese ed attivista antiproibizionista, autore di una biografia da un milione di copie scritta nel 1996, dopo essere uscito dal carcere. Mr Nice ha confessato il male che lo affligge, un cancro in stato molto avanzato che lo ha colpito al fegato e ai polmoni, durante un’intervista al quotidiano britannico The Guardian.

UNA VITA LEGGENDARIA. Howard Marks, nato nel 1945 in Galles, è stato uno dei più grandi spacciatori di marijuana degli anni ’80, quando per la sua attività poteva contare 43 false identità, 89 linee telefoniche e 25 aziende in tutto il mondo che utilizzava per il riciclaggio del denaro. Viene arrestato negli Stati Uniti nel 1988 e condannato a 25 anni di carcere, ma nel 1995 è rilasciato per buona condotta. L’anno seguente esce la sua autobiografia, intitolata “Mr Nice”, un bestseller mondiale nel quale Marks racconta la sua vita senza lasciar spazio a pentimenti: “Fare il contrabbandiere di cannabis è stato un modo meraviglioso di vivere, mi ha donato una quantità assurda di denaro, mi ha fatto conoscere persone incredibili e viaggiare il mondo”.

DOPO IL RILASCIO L’ATTIVISMO ANTIPROIBIZIONISTA. Dopo la scarcerazione Marks torna in Gran Bretagna, dove tiene conferenze e partecipa a iniziative in favore della legalizzazione della cannabis. Un sogno che proprio ora sta vedendo la luce nel paese dove meno se lo sarebbe aspettato: “Dopo esser stato tanto tempo in carcere negli Usa ed aver conosciuto la retorica negativa con la quale si parlava della cannabis – ha affermato nell’intervista – mai avrei pensato che proprio dagli Usa sarebbe potuta partire la svolta”. Anche se la legalizzazione a soli scopi terapeutici non gli interessa: “Non credo che una persona debba aspettare di ammalarsi per poter scegliere se consumare o meno la cannabis”.

GLI ARTISTI INGLESI SI MOBILITANO PER LUI.
La notizia della sua malattia ha colpito il mondo della musica e del cinema britannico, tra i quali Marks ha molti amici. il 27 febbraio si terrà un concerto al quale parteciperanno molti artisti, tra i quali i Super Furry Animals e DJ Greg Wilson, il cui ricavato andrà ad aiutare Marks e la sua famiglia. Mentre l’attore Keith Allen ha dichiarato che Marks dovrebbe essere nominato cavaliere in quanto simbolo della libertà di parola e per il merito di aver rifornito di marijuana tutta la Gran Bretagna negli anni ’70 e ’80. Sulla vita di Mr Nice è ora in realizzazione anche un documentario che vedrà la luce nei prossimi mesi.

Commenti da facebook

2 Comments

  1. Esiste già un film su Mr Nice che tra l'altro consiglio a tutti.

  2. Erminio Nardone says:

    è vero gabriele !

Leave a Reply