Si chiama “Tutto Torna” il nuovo e fresco album di Galup, uscito lo scorso 27 aprile. Secondo album per il rastaman bresciano che si caratterizza per la particolare energia e positività con 14 tracce, che parlano della realtà dell’artista, perfette per l’estate grazie al suono fresco e alle buone vibrazioni del ritmo in levare.

«Credo di aver espresso più lati di me stesso in questo album, anzi ne sono certo, spesso la positività di un mio testo la tiro fuori in momenti riflessivi, a volte cupi, quindi ogni traccia è caratterizzata da un modo di raccontare le tematiche come fossero rivincite personali.» commenta l’artista precisando che «l’album è estremamente solare perché sono così anche nella vita oltre che nella musica, ma anche perché la ricerca di ciò che per me è la felicità è una costante che non voglio perdere all’interno delle mie canzoni.».

Dopo aver pubblicato il video “Vieni insieme a me”, che ha ricevuto mezzo milione di visualizzazioni, e il video del singolo “fragole e champagne”, scritto con Grido e prodotto da Mastermaind, è partito con il tour. Tra una data e l’altra siamo riusciti a sentirlo per fare due chiacchiere sul nuovo album.

“Tutto torna” a cosa si riferisce?
Inizialmente non volevo chiamare l’album così, ma amo tutto ciò che mi ispira e questo titolo mi è apparso davanti agli occhi quando ho visto che tutti gli sforzi che stavo facendo mi stavano portando nella direzione giusta, sia a livello di qualità dell’album sia a livello di soddisfazione personale. “Tutto torna” è stato il mio modo di dire a me stesso che ce l’avevo fatta, nonostante tutto e tutti, con i miei tempi e le mie scelte, cosa secondo me importantissima a livello artistico e fondamentale nella vita.
Questo disco parla di me, di ciò che vivo, della mia realtà e di come la vedo, ogni canzone è reale, quindi è sempre emozionante sapere che chi mi ascolta si rivede in ciò che scrivo, anche nei miei lati più bui.
L’orgoglio più grande è vedere la gente felice e soddisfatta insieme a me di questo percorso durato due anni.
Tutto torna quando si crede profondamente in ciò che si fa e quest’album per me ne è la prova.

Per quest’album hai fatto una campagna di raccolta fondi su Musicraiser, come è andata?
Musicraiser era una sfida personale che siamo riusciti a vincere grazie al supporto della piattaforma ma soprattutto grazie al team di lavoro formato da Golden Eye Studio, KG Man e Strongvilla. È stato davvero divertente coinvolgere i fan e interagire direttamente con loro grazie a dei piccoli contest lanciati sui social, facendoli sentire totalmente parte del progetto. Loro con la loro voglia di avere questo disco in mano sono stati le solide fondamenta di questo progetto durato due mesi, ma che ancora sta durando per i vari fan che hanno chiesto la consegna a domicilio dell’album o l’aperitivo insieme a me o addirittura l’house concert. È proprio grazie a questo incredibile supporto affettivo ed economico che siamo riusciti a realizzare realmente questo album. Alla gente è stato proposto di acquistare qualcosa che ancora nemmeno esisteva, l’album era nel pieno dello sviluppo durante la campagna su Musicraiser, questo ha reso la situazione ancora più incredibile ed ha stimolato la gente in maniera positiva ed inaspettata, perché il livello di coinvolgimento è stato altissimo. La campagna è andata a buon fine raggiungendo il 140% dell’obiettivo prefissato tant’è che è nata una collaborazione tra me, Red Bull Tour Bus e Musicraiser per il tour estivo.

Come si sono sviluppate le collaborazioni presenti nell’album?
Innanzitutto ci tengo a precisare che ogni mia collaborazione viene sempre fatta con persone che stimo e ammiro per il lavoro che svolgono, quindi la maggior parte delle mie collaborazioni hanno sempre di base un legame di affinità e rispetto. In quest’ultimo album ho avuto la possibilità di lavorare con molti più produttori, che stimo a livello professionale e umano: Mastermaind, Bonnot, Dj Morru, Virgo, Yves the Male, XS, Sheezah, Greezzly ognuno dei quali ha prodotto una o più tracce all’interno di “Tutto torna”. Ognuno di loro è stato un pezzo fondamentale del mio puzzle. Naturalmente ho avuto modo di collaborare anche con degli artisti con cui mi sento affine a livello musicale e anzi spesso mi sento stimolato dal loro talento in costante crescita. Amo essere sempre stimolato soprattutto da altri colleghi che hanno da donare buone vibes.

Attualmente stai girando l’Italia con il nuovo tour, come sta andando e dove possiamo venire a vederti quest’estate?
Siamo già partiti con le date agli inizi di luglio e porteremo in giro per tutta l’estate le buone vibes di questo progetto sudato, ma che mi sta dando grandi soddisfazioni e immense gioie.
Ecco alcune date del “Tutto Torna Tour”, in costante aggiornamento sulla mia pagina Facebook:

19/7 ARCIFESTA – Mantova
27/7 TORRE LE NOCELLE (piazza) – Avellino
07/08 GALLIPOLI (LE)
21/08 NAOMI CLUB, Marina di Montemarciano (AN)

Comments are closed.