Di artisti che hanno utilizzato le sostanze psicotrope per creare ne è piena di esempi la storia, ma raramente ci è stata data la possibilità di verificare come l’effetto di una droga modificasse la produzione di un artista nel corso del suo effetto. E a dire il vero, della grande maggioranza delle opere non sappiamo nulla circa le condizioni psico-fisiche dell’artista al momento della sua produzione.

Per questo grande interesse ha riscosso l’esperimento di un’artista americana che ha prodotto 11 autoritratti in nove ore trascorse sotto l’effetto dell’Lsd. Attraverso questi possiamo vedere in concreto come è cambiata la sua percezione di sé stessa, il tratto della sua matita e l’utilizzo del colore, quasi assente nel primo disegno e poi sempre più psichedelico.

A rendere ancora più interessante l’esperimento è il fatto che a seguire l’opera dell’artista e ad appuntarsi i commenti ad ogni disegno c’era un suo amico. Il quale ha poi postato i disegni sul forum reddit.com, generando grande curiosità e decine di commenti.

Ciò che ha spiegato è che “Lo stile di disegno della mia amica è di solito in bianco e nero (ma mi sentivo che l’acquisto di matite colorate si sarebbe rivelata una buona idea). Ha trascorso tra 15 minuti e 45 minuti su ogni disegno. Non sembrava difficile per lei concentrarsi, ciò mi ha effettivamente molto impressionato. Sembrava fosse sempre più presa da ciò che stava facendo e non so dire se i cambiamenti di stile tra un disegno e l’altro fossero ragionati o frutto semplicemente dello stato d’animo del momento”.

Ecco gli undici autoritratti dell’anonima artista. I brevi commenti che potrete leggere sotto alcuni dei disegni sono il frutto dei dialoghi tra lei e l’amico, così come trascritti direttamente nel post.

15 min. dopo aver preso l’LSD
autoritratto 1

45 min.
autoritratto 2
« Senti niente?
– No.
– Quei colori sono molto accesi!
– Già. Probabilmente peggiorerà»

1 ora e 45 min.
autoritratto 3

2 ore e 15 min.
autoritratto 4
«È stata una buona idea comprare matite colorate»

3 ore e 30 min.
autoritratto 5
«Non ho disegnato gli occhi. Vuoi che disegni gli occhi? Non mi va di disegnare gli occhi»

4 ore e 45 min.
autoritratto 6
«Ecco, sono viola»
Più tardi: «Di solito disegno gli occhi per ultimi, perché non voglio che l’immagine mi osservi mentre la disegno. Qui, non volevo che l’immagine mi guardasse, punto»

6 ore
autoritratto 7
«Ho perso la matita nera. Avevo solo quelle colorate»

6 ore e 45 min.
autoritratto 8

8 ore
autoritratto 9
Dopo 45 minuti nel buio ascoltando musica dei Pink Floyd, ha ricominciato a disegnare.

8 ore e 45 min.
autoritratto 10
Non sembrava soddisfatta con l’ultimo disegno, perciò ha iniziato questo: «Durante quello precedente, cercavo di disegnare quello che avevo in mente, ma ad un certo punto le cose succedevano fuori della mia mente»

9 ore e 30 min. dopo aver preso l’LSD
autoritratto 11
Mentre gli effetti stavano scomparendo.
«Vuoi disegnare l’ultimo? Cercando di farlo normale?
– Ci provo»

Commenti da facebook

Comments are closed.