Cronache da dietro il cancello

Giorno e notte non possono abitare insieme

Giorno e notte non possono abitare insieme

Lo sterminio dei nativi d’America è una delle pagine più vergognosamente nascoste, mascherate e crudeli della storia recente. L’industria del cinema l’ha tramandata secondo i dettami di chi la alimentava e[Continua…]

di 13 giugno 2017 Comments are Disabled Cronache da dietro il cancello
Dietro (la) Lavagna

Dietro (la) Lavagna

Molto è stato scritto sul tragico episodio accaduto a Lavagna, nel quale un adolescente di sedici anni ha deciso di togliersi la vita, in conseguenza del ritrovamento di un pezzetto[Continua…]

di 14 aprile 2017 Comments are Disabled Cronache da dietro il cancello
La minaccia siamo noi

La minaccia siamo noi

Sarò sincero. Ne ho viste tante di cause “vitali” venir dimenticate quando passano di moda; la deforestazione dell’Amazzonia per cui si è speso Sting più di altri, il Live Aid[Continua…]

di 1 marzo 2017 Comments are Disabled Cronache da dietro il cancello
Piantala

Piantala

Che l’uomo abbia usato le piante per curarsi, e non solo per quello, sin dall’inizio dei tempi non è certo un mistero. Prima di cimentarmi nella stesura di queste poche[Continua…]

di 14 dicembre 2016 Comments are Disabled Cronache da dietro il cancello
Carcere: quando il lavoro è un privilegio

Carcere: quando il lavoro è un privilegio

In galera i detenuti lavorano; non tutti di solito si tratta di una stretta minoranza a rotazione. Iniziamo da un elenco: lavorante di cucina, MOF (servizio di piccola manutenzione interna),[Continua…]

di 27 ottobre 2016 Comments are Disabled Cronache da dietro il cancello
Arrestato per coltivazione di cannabis, muore d’infarto in carcere

Arrestato per coltivazione di cannabis, muore d’infarto in carcere

Antonio Cangemi, arrestato un anno fa per coltivazione di cannabis è morto nel carcere di Palermo per infarto. Una vicenda ancor più assurda perché i parenti lo hanno scoperto solo[Continua…]

di 21 settembre 2016 Comments are Disabled Cannabis, Cronache da dietro il cancello
Carcere: un tattoo per rivendicare la propria esistenza

Carcere: un tattoo per rivendicare la propria esistenza

Un tatuaggio è un messaggio che vogliamo mandare e che manderemo per tutta la vita, vuoi per rendere un momento eterno, vuoi per rivendicare un’appartenenza. Si dice che i tatuaggi[Continua…]

di 13 agosto 2016 Comments are Disabled Cronache da dietro il cancello
Lavare i propri peccati

Lavare i propri peccati

Emendare la propria colpa nei confronti della Società civile dovrebbe restituire al mondo individui rieducati e pronti per essere reinseriti. Per lavare il corpo usiamo l’acqua, mentre per le coscienze ci[Continua…]

di 17 giugno 2016 Comments are Disabled Cronache da dietro il cancello
Risorse umane

Risorse umane

Ci hanno inculcato il concetto di “coscienza ecologica” e contemporaneamente incentivato comportamenti che con il sinonimo non hanno nulla a che vedere; le mie nonne facevano il bucato col sapone[Continua…]

di 29 aprile 2016 Comments are Disabled Cronache da dietro il cancello
Chi non terrorizza si ammala di terrore

Chi non terrorizza si ammala di terrore

Ho citato nel titolo Fabrizio de André – quanto mai attuale, seppur datato – perché trovo vi siano tra ieri e oggi alcuni aspetti sui quali riflettere.
 Oggi a mettere[Continua…]

di 16 febbraio 2016 Comments are Disabled Cronache da dietro il cancello
(non diventiamo) Una generazione di zombie

(non diventiamo) Una generazione di zombie

In un volumetto che lessi tanto tempo fa Konrad Lorenz, il padre dell’etologia, diceva che uno degli 8 peccati capitali della società contemporanea fosse l’uso di antidolorifici, una delle pratiche[Continua…]

di 28 dicembre 2015 Comments are Disabled Cronache da dietro il cancello
Lotta per la sopravvivenza

Lotta per la sopravvivenza

Di come si sta in carcere non importi più nulla a nessuno, quanto meno se non vi sono coinvolti personalmente o attraverso un famigliare recluso. La lotta per la sopravvivenza è[Continua…]

di 25 agosto 2015 Comments are Disabled Cronache da dietro il cancello