In Grecia la canapa è stata vietata anni fa seguendo i dettami del resto del mondo occidentale, ma sembra che la cultura creata da questa pianta non può essere fermata. La prova evidente è che in tutto il mondo vengono organizzati vari eventi e ricerche per la ridefinizione della pianta e dei suoi usi.

La città di Atene ha dato il benvenuto al nuovo anno con la prima fiera internazionale della cannabis, Athens Cannabis Expo 2018, dal 12 al 14 gennaio.

L’affluenza da parte della gente è stata massiccia fin dal primo giorno, gli organizzatori parlano di oltre 20.000 visitatori in tre giorni che hanno girato fra i 40 stand e hanno avuto la possibilità di partecipare alle conferenze tenute da esperti che si occupano di cannabis e delle sue innumerevoli proprietà.

L’ingresso dei visitatori nell’area espositiva prevedeva l’accoglienza delle ragazze della biglietteria. Inoltre subito all’ingresso della fiera i visitatori hanno avuto l’opportunità di osservare una breve presentazione sulla cannabis in Grecia dai tempi antichi fino i giorni nostri, con riferimenti di cannabis provenienti da varie regioni della penisola, una gentile concessione delMuseo della canapa in collaborazione con la cooperativa Kannavi.
Superato l’ingresso si accedeva al settore principale della mostra dove si potevano osservare da vicino alcuni degli usi della canapa. Da borse, cappellini, semi, Gruyère con semi di canapa, materiali da costruzione, olio CBD di vari livelli e molto altro. In generale tutti prodotti a base di cannabis provenienti da colture greche, nonché da vari paesi europei e americani.

Interessanti sono state anche le conferenze in cui sono intervenuti esperti del settore cannabico, sia dell’ambito terapeutico – come l’attivista – paziente Constantinos Siros, presidente dell’Associazione di pazienti per il consumo di cannabis farmaceutica, e Rick Simpson che produce l’olio omonimo – che di quello antiproibizionista – come Mike Wise proprietario di OGlabs, che non ha mancato di fare riferimento alle leggi americane che si applicano nei diversi Stati e che assistono l’interesse delle grandi aziende, naturalmente, per la ricerca, dove le innovazioni e i risultati positivi aumentano l’incentivo ad una maggiore e più approfondita ricerca.

Dolce Vita Hellas (l’edizione greca della nostra pubblicazione), media partner dell’evento, ha presentato il primo numero ufficiale, ovvero la prima rivista dedicata alla cannabis stampata in Grecia. L’accoglienza da parte del pubblico è stata entusiasmante e le copie sono andate a ruba. Il prossimo numero è previsto per giugno 2018.

Indubbiamente è stata una mostra speciale con forte interesse economico, ma in ultima analisi la sorpresa è stata grande quantità di pubblico che ha visitato la mostra lasciando da parte i pregiudizi e cercando di riavvicinarsi a questa pianta da mille virtù.

Questo slideshow richiede JavaScript.

a cura di Maria Katsiou

Comments are closed.