C’è una pratica che al giorno d’oggi ha acquisito un valore immenso: è la capacità di mettersi in ascolto. Una caratteristica che dovrebbe essere principe nell’ambito della salute e quindi propria di ogni medico curante.

E’ quanto credono fermamente un gruppo di medici di Zurigo, che nonostante siano in pensione, impegnano il loro tempo a titolo gratuito per ascoltare i pazienti di altri dottori. Offrono non un secondo parare, ma attraverso l’ascolto rispondono e tentano di risolvere i dubbi che naturalmente insorgono quando si parla della propria salute. Vero che il paziente si deve affidare alle competenze del medico, ma è altrettanto vero che spetta al medico stesso informare in modo comprensibile il proprio degente su tutto quello che concerne la sua cura.

Anche il mondo della medicina è sempre più schiavo della commercializzazione, dove il motto rimane il tempo è denaro, e il paziente si trova in balia delle cure senza avere il tempo materiale o il coraggio per informarsi e comprendere assieme al proprio medico. Si è pensato quindi di attivare questo tipo di servizio per tutti i zurighesi che abbiano delle riserve, scetticismo o scrupoli su un dato intervento o una particolare terapia. Attivo dalla scorsa estate, tramite la collaborazione con l’associazione Akademie Menschmedizin, all’interno del Cafè Med, un bistrot della città, si accolgono due volte al mese i medici che dispensano consigli, riscuotendo tantissimo successo.

D’altronde è sempre vero che una persona informata farà scelte più consapevoli e quindi sarà molto più ben disposto ad affrontare anche eventuali reazioni avverse.

Commenti da facebook

Comments are closed.