Entro il 2050, 139 Paesi del mondo potrebbero essere alimentati completamente con energie rinnovabili. Una speranza che si può trasformare in realtà abbandonando i carburanti fossili  e passando così alle energie pulite.

Gruppi di scienziati e ricercatori sostengono che l’efficienza delle fonti rinnovabili (sole, vento, mare, calore della Terra) sia l’unica strada per far sì che questo si avveri. Il gruppo Jacobson ha sviluppato delle tabelle di marcia che valutano le risorse energetiche rinnovabili disponibili in ogni Paese per raggiungere l’80% di energia pulita entro il 2030 e il 100% entro il 2050.

Molti sarebbero i benefici:
– aumento netto di oltre 24 milioni di posti di lavoro a tempo indeterminato;
– diminuzione annua di 4-7 milioni di morti a causa dell’inquinamento atmosferico;
– stabilizzazione dei prezzi dell’energia;
– riduzione del rischio di conflitti violenti incentrati all’acquisizione di energia;
– diminuzione del 13% della domanda internazionale di energia (in quanto l’estrazione, il trasporto e la raffinazione dei combustibili fossili verrebbe eliminata);
– risparmi annuali di oltre 20 trilioni di dollari per i costi sanitari e climatici.

Un obiettivo concreto per rivoluzionare il concetto di energia, a beneficio di tutti e del mondo intero.

 

 

Commenti da facebook

Comments are closed.